Renault Ford

Negli ultimi mesi, alcuni scandali mediatici hanno letteralmente rovinato l’immagine al mondo di Renault e Ford. Le due note aziende automobilistiche, infatti, sono state accusate di aver immesso nel mercato dei veicolo con difetti di fabbrica che, per un motivo o per un altro, stanno creando non pochi problemi ad oltre 700.000 possessori di questi veicoli. Pare infatti che Renault abbia prodotto dei veicoli fallati mentre Ford sembrerebbe accusata di un grave malfunzionamento alle batterie. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

Renault e Ford: oltre 450.000 veicoli a rischio

Per quanto riguarda Reanult, secondo la nota testata giornalistica francese QueChoisir pare che oltre 400.000 motori prodotti dalla stessa azienda, in particolare quelli 1.2 benzina con componenti H5FT, smettono improvvisamente di fare il loro lavoro. Tutto ciò sembrerebbe essere dovuto ad un consumo elevato dell’olio nel motore. Renault si è subito difesa affermando che il problema è legato all’usura del motore e non ad un difetto di fabbrica. Resta però il fatto che, in caso di problemi, gli automobilisti saranno costretti a sborsare oltre 10.000 euro. 

Per quanto riguarda Ford, invece, la situazione è decisamente più. In questo caso, infatti, il brand statunitense ha comunicato ai propri clienti Europei la presenza di un grave guasto alle batterie. A quanto pare, infatti, il polo negativo del supporto registra perdite di acido che rischiano di bucare le celle della batteria, provocando un corto circuito. Ciò quindi, potrebbe causare un incendio totale della vettura, mettendo a rischio la vita dei passeggeri stessi. Tra i veicoli attualmente incriminati rientrano Ford Mondeo, S-Max e Galaxy prodotte a cavallo del quinquennio 2014 – 2019.