Gli iPhone con jailbreak sono diventati meno alla moda negli ultimi anni. Questo in parte perché Apple ha fornito molte delle funzionalità e della sicurezza richieste dagli utenti. L’altra ragione è che ogni versione di iOS ha reso più difficile trovare exploit che avrebbero consentito agli hacker di accedere al jailbreak di quei dispositivi mobili.

È quindi abbastanza ironico che l’ultimo aggiornamento, in effetti, faccia esattamente il contrario, consentendo loro di creare la prima versione pubblica di jailbreak da un bel po ‘di tempo.

iOS 12.4 apre le porte al jailbreak, ma non durerà molto

Il jailbreak e la sua controparte Android, il rooting, sono praticamente degli hack che sfruttano le vulnerabilità. Questo offre agli utenti un accesso privilegiato a un sistema altrimenti chiuso. Naturalmente, produttori di piattaforme come Apple hanno chiuso quelle falle di sicurezza. Cioè perché oltre a garantire agli utenti un accesso privilegiato, possono anche offrire agli hacker la possibilità di aggirare la sicurezza di iOS.

Poiché tali exploit sono diventati meno comuni, anche i jailbreak sono diventati più segreti e meno pubblicizzati. I ricercatori di sicurezza e le società forensi cercano di trarre profitto dal duro lavoro svolto per cercare e trarre vantaggio da questi buchi. Fortunatamente per gli hacker come Pwn20wned, tuttavia, la stessa Apple ha fornito le chiavi di una porta che ha reso troppo facile lo sviluppo di un nuovo jailbreak.

Leggi anche:  Apple accusata di aver rubato il brevetto della doppia fotocamera

iOS 12.3 ha corretto un bug di sicurezza segnalato da Project Zero di Google ma è stato erroneamente ripristinato in iOS 12.4. La vulnerabilità del kernel potrebbe essere associata a un bug di Safari che può quindi essere utilizzato per monitorare le abitudini di navigazione degli utenti a loro insaputa. Ora quell’exploit è stato usato per sviluppare un jailbreak che funziona fino a iOS 12.4 saltando iOS 12.3.

Non è una vittoria completa per i jailbreaker, ovviamente, poiché molto probabilmente Apple lancerà presto una patch che riempirà di nuovo quel buco. Detto questo, anche gli utenti iPhone che non effettuano il jailbreak dovrebbero stare più attenti. Questo perchè ora Safari e iPhone sono ancora una volta vulnerabili all’hacking.