Una tassa che tutti odiano e quella del canone Rai che tutti i consumatori in possesso di un apparecchio televisivo o semplicemente di un’antenna devono sostenere; sicuramente qualcuno si ricorderà di quando questa imposta arrivava tramite Poste Italiane come una bolletta unica ma purtroppo, molti evasori cronici erano abituati a strapparla per evadere dal suo costo.

Proprio per questo motivo, lo Stato ha deciso di prendere provvedimenti al riguardo è da quasi tre anni ormai il Canone Rai arriva come unico costo insieme a quello della bolletta della luce elettrica; così facendo, nessun consumatore può evitare questa imposta.

Effettuando varie ricerche, è venuto fuori che esistono diversi metodi per non pagare mai più il Canone Rai, senza incorrere alcun reato; ecco cosa fare

Canone Rai: come non pagarlo senza incorre in un reato

I consumatori hanno due alternative per non pagare il costo di questa imposta; la prima è quella di recarsi all’Agenzia delle Entrate e presentare la domanda scritta; difatti chi di dovere vi presenterà un modellino apposito da compilare che certifica di non essere in possesso di alcun apparecchio televisivo o antenna; una volta compilato dovrà essere presentato e accettato dall’Agenzia delle Entrate.

Leggi anche:  Abbonamento Rai al capolinea: alcuni italiani possono non pagarlo

In alternativa, gode del diritto di non pagare questa tassa i consumatori che rientri una di queste categorie:

  • Coloro che hanno settantacinque anni o più e un reddito non superiore a 6.713,98 Euro.
  • I funzionari di un’associazione internazionale.
  • I militari di cittadinanza non italiana appartenenti alle forze armate della NATO.
  • Gli agenti diplomatici.
  • gli impiegati consolari o i funzionari.