samsung-galaxy-note-processore

Ormai siamo abituati a vedere i dispositivi della serie Galaxy Note di Samsung venir alimentati con lo stesso processore della serie Galaxy P. Il fatto che per le due serie di punta venga usato il processore top di gamma è ovvio, ma il punto è che nel mezzo tra le due di solito non viene presentato un altro chip. Quest’anno sembra che la situazione sia leggermente differente e che il colosso sudcoreano sia già nella fase produttiva di un altro SoC.

La notizia è arrivata insieme al rapporto che vede Samsung diventerà il produttore dei futuri Snapdragon 865 per conto di Qualcomm. Quest’ultima ha scelto nuovamente questa compagnia, dopo averla scelta l’ultima volta per gli SND 845, in quanto ha sviluppato un processo produttivo migliore rispetto alla taiwanese TSMC. Si tratta del 7nm EUV il quale potrebbe apparire per la prima volta su un processore Exynos che arriverà in tempo proprio per i Galaxy Note 10.

Leggi anche:  Samsung Galaxy A10e fa capolino sul portale di benchmark Geekbench

Samsung punta tutto sui Galaxy Note 10

Le vendite dei Galaxy S10 sembrano stiano procedendo bene, ma non abbastanza da compensare lo scarso risultato dell’anno scorso. I Galaxy Fold finora sono stato un disastro tanto che l’arrivo sul mercato è stato ritardato e ancora non si vede la luce in fondo al tunnel. In sostanza, Samsung ha bisogna di un grande successo e sembra che la serie dei phablet di quest’anno sarà il loro asso della manica. Il successo di quest’ultimi sarà guidato da questo processore ancora sconosciuto il quale dovrebbe garantire più efficienza e potenza e al tempo stesso una riduzione dello spazio utilizzato.