5G scusa per aumentare tariffe

Il 5G arriverà a breve e la rivoluzione sulle infrastrutture potrà finalmente cominciareGli operatori di telefonia mobile sono infatti pronti ad avviare il nuovo standard di connettività. La gestione delle frequenze si è conclusa con l’asta voluta dal Ministero dello Sviluppo Economico, ed ora è tutto pronto per lanciare la nuova rete che rivoluzionerà la nostra vita.

Quel che è certo è che il 5G cambierà il nostro quotidiano, le nostre abitudini, perché saremo sempre connessi navigando ad una velocità elevatissima in qualunque luogo.
Ma quale sarà il rovescio della medaglia di tutto ciò?

Attualmente le tariffe degli operatori di telefonia italiana sono più vantaggiosi che mai per gli utenti: troviamo infatti prezzi bassissimi e bundle con parecchi giga e minuti per le chiamate illimitati. Chiunque ormai può sfruttare al massimo il potenziale del proprio device, usandolo sempre connesso alla rete dati e chiamando senza doversi preoccupare di “finire il credito”.

Aumentare le tariffe per rientrare dei costi di investimento?

La connessione 5G è già sul mercato di qualche Paese ma con costi quasi proibitivi e altissimi, soprattutto se paragonati a quelli del mercato italiano.
Quello che si teme è che gli investimenti fatti per lo sviluppo del  5G porteranno gli operatori ad alzare di parecchio i costi delle tariffe attuali.
Il 4G infatti diventerà presto obsoleto rispetto a ciò che offrirà la nuova rete 5G.

Leggi anche:  Iliad: firmato un nuovo accordo per 4G e 5G, ecco le novità

Probabilmente proprio a causa di un prezzo elevato, la nuova rete potrebbe non prendere subito piede nel periodo iniziale. Infatti si parla di tariffe 5G in Italia per il 2020 con prezzi che oscilleranno tra i 40 e i 50 Euro. Sono costi decisamente superiori rispetto a quelli attuali, dove spesso troviamo 50GB e minuti illimitati a meno di 10 euro mensili. Sarà compito degli operatori trovare un modo per lanciare la nuova connessione 5G rendendola economica e vantaggiosa per gli utenti.