conto arancio e ing bank

Alcune notizie al quanto poco promettenti si stanno abbattendo su uno degli istituti bancari più conosciuto e rinomato d’Italia: stiamo parlando dell’istituto ING Direct.

Durante il mese di Marzo, per chi non ne fosse a conoscenza, Bankitalia ha decido di bloccare qualsiasi tentativo di apertura di un nuovo conto con ING Direct. Questa decisione estrema è frutto di uno scandalo scoppiato mesi fa riguardante presunte anomalie nel sistema di anti riciclaggio dell’istituto. Questo blocco, inoltre, persisterà fino a quando ING Direct non si adeguerà alle attuali normative.

Cosa cambia per i già clienti Conto Arancio e ING Direct?

Stando alle dichiarazioni dirette dell’istituto ING Direct, per i clienti che hanno già attivo un conto corrente, tutti i servizi già attivi rimarranno invariati. Anche Altroconsumo, inoltre, si è espressa sull’accaduto, tranquillizzando i clienti con le seguenti affermazioni: “chi è già cliente può fare nuove richieste di prodotto: un correntista può chiedere ad esempio un mutuo o una nuova carta di credito”.

Nonostante ING Direct abbia tranquillizzato i propri clienti che, quindi, possono dormire sonni tranquilli, Codacons ha affermato che ci sono tutti i presupposti per un possibile rincaro dei costi dei servizi offerti dalla banca. Nulla però è certo poiché, la certezza di questa azione, può essere confermata solamente da ING che, per il momento, non si è ancora espressa a riguardo.

Leggi anche:  Unicredit, SanPaolo e BNL: truffa dei conti correnti creati con furto d'identità

Ricordiamo inoltre che per effettuare determinati rincari, ING Direct deve necessariamente rispettare l’articolo 118 del Testo Unico Bancario che impone un preavviso ai clienti di almeno due mesi, motivato da una giusta causa.