conto arancio antriciclaggio Banca d'ItaliaIng Conto Arancio si trova in questi giorni ad affrontare una problematica che potrebbe metterla momentaneamente metterla fuori gioco a causa di una noiosissima truffa della quale naturalmente è completamente estranea.

Come riportato da Il Sole 24 ore, la Banca d’Italia ha ufficialmente reso noto i risultati di una indagine/ispezione condotta negli ultimi mesi mirata proprio sull’istituto di credito Conto Arancio, vietando l’apertura di nuovi conti correnti a causa della presenza di bug nei sistemi di sicurezza della banca che controllano il riciclaggio di denaro.

Il tutto ha avuto inizio con segnalazioni da parte di magistrati di paesi europei alla Procura di Milano di truffe perpetrate ai danni di ignari cittadini su Amazon Airbnb (anch’esse completamente estranee alla vicenda). I malfattori si creavano un account fasullo sulle piattaforme, “vendevano servizi” e chiedevano il pagamento su conti Conto Arancio aperti nel nostro paese.

 

Ecco la risposta di ING Conto Arancio

Ing fa sapere che, “preso atto dell’indagine condotta dalla Banca d’Italia nel periodo intercorso tra il mese di Ottobre 2018 e Gennaio 2019, provvederà ad analizzare i risultati comunicati approfondendo le falle del proprio sistema. In stretta collaborazione con la stessa, inoltre, ha deciso di bloccare momentaneamente la possibilità di aprire un nuovo conto corrente”.

Nell’eventualità in cui, invece, siate già clienti Conto Arancio non temete, non correte nessun pericolo, i dati sensibili sono al sicuro ed il vostro conto corrente non verrà assolutamente toccato. Vi terremo aggiornati sulla vicenda, nella quale anche il Codacons ha voluto sottolineare come “verificherà se il non rispetto della normativa sull’antiriciclaggio possa sfociare anche in un provvedimento penale, invitando inoltre l’Antitrust ad effettuare verifiche sulle varie campagne promozionali web da bloccare immediatamente”.