samsung-galaxy-s11-smartphone

State ancora aspettando di mettere le mani su uno dei nuovi smartphone della serie Galaxy S di Samsung? Allora è il momento giusto per riflettere un attimo su cosa sarà meglio aspettarsi dai modelli dell’anno prossimo ovvero i Galaxy S11. Una riflessione iniziata da SamMobile porta alla luce un fattore già noto, ma che non sembra cambiare nella strategia del produttore sudcoreano ovvero la non eccessiva attenzione al comparto fotografico.

Prendiamo per esempio la serie che è palese sia la controparte di Huawei di tale serie, la Pxx. L’anno scorso il marketing ha puntato tutto sul fatto che la P20 sarebbe stata una rivoluzione dal punto di vista della fotografia grazie soprattutto all’introduzione di una configurazione tripla posteriore, al supporto di un’intelligenza artificiale così come un software ben sviluppato. Quest’anno con i P30 c’è stato un attenzione simile anche se il punto forte a questo giro era la tecnologia Zoom.

Leggi anche:  Xiaomi: in arrivo uno smartphone con display da 120Hz e un teleobiettivo 5x

 

Altre priorità

Al contrario del colosso cinese Samsung sembra essere interessata ad altro come le ROM, questo soprattutto per via del fatto che è un leader nel settore quando si parla di tale tecnologia. Un altro aspetto su cui la compagnia punta e il display che guarda casa è un altro aspetto che buona parte della produzione mondiale di certi tipi di pannello da loro; sto parlando degli OLED/AMOLED.

Questa non eccessiva attenzione per il comparto fotografico alla lunga potrebbe costare casa sudcoreana e il motivo è semplice. Siamo nell’era dei social network, avere un dispositivo in grado di fare foto perfette è diventato praticamente essenziale.