telefonate anonime o in anonimo

L’anonimo può diventare un vecchio ricordo grazie a due applicazioni molto efficienti presenti sul Google Play Store. Facili da usare e semplici da capire, questi due strumenti possono finalmente risolvere il problema degli utenti che si cela dietro al #31#.

Sono anni che l’anonimo viene utilizzato e almeno una volta nella vita ognuno di noi ha fatto uno scherzo telefonico sfruttandolo. Benché questa sia una verità innegabile, negli ultimi periodi l’uso dell’anonimo è diventato molto più tangibile. Questo sotterfugio, ora, non è utilizzato solo per fare scherzi, ma anche per importunare e dagli operatori dei Call Center. 

Ovviamente vogliamo segnalare che queste due applicazioni forniscono un servizio, ma nel caso in cui dobbiate identificare i numeri di Tim, Wind Tre, Vodafone o Iliad per motivi più seri vi invitiamo ad affidarvi a chi di competenza. 

Leggi anche:  Whatsapp lascia definitivamente alcuni smartphone: ecco perché

Identificare i numeri in anonimo? Ecco come fare

Per scoprire chi si cela dietro questo strumento, non occorre fare altro che scaricare un’applicazione a scelta tra TrueCaller o Whooming.

La prima applicazione è totalmente free to use ed è ottenibile attraverso questo link. Essa permette di identificare il numero e di effettuare lo stesso servizio anche per la categoria degli sms. Inoltre, se volete testare il tool, potete fare affidamento anche al sito internet che lo offre in versione online. 

La seconda applicazione, invece, ha una versione sia free che a pagamento. Scaricabile attraverso questo link, Whooming permetterà agli utenti di identificare il numero in ogni caso. Se però si sarà dotati della versione free, una volta rifiutata la chiamata, il numero di telefono apparirà censurato e privo delle 4 cifre finali.