Iliad

Le portabilità dei numeri telefonici rappresentano il pane quotidiano per le compagnie telefoniche. Ogni settimana migliaia di clienti di TIM, Vodafone, Wind ed Iliad decidono di cambiare operatore, mantenendo però l’utenza. Si viene quindi a verificare la migrazione di un numero attivo da un provider all’altro.

 

Iliad, una politica diversa sulla portabilità: nessun costo per il passaggio di credito

L’obiettivo delle varie compagnie è quello di limitare al minimo gli addii dei loro clienti. Da una parte si cerca di attirare l’attenzione con offerte vantaggiose, dall’altra si cerca di dissuadere con l’applicazione di piccole tasse per il passaggio di credito. Prendiamo in esempio il caso delle ultime settimane in casa Wind. Da questo mese di febbraio, gli utenti Wind che desiderano cambiar numero devono spendere 1,60 euro per il passaggio del loro credito.

Leggi anche:  Offerte operatori telefonici: quando la telefonia mobile è (soprattutto) low cost

Iliad, come suo solito, non sposa la linea dei brand rivali. Iliad ancora una volta si differenza rispetto agli altri ed impone una sua visione. A differenza di TIM, Vodafone o Wind, i clienti del gestore francese che vogliono cambiar compagnia non devono pagare nulla per il passaggio di credito. Il credito residuo della ricaricabile sarà spostato integralmente sulla nuova SIM.

Questa decisione, anche se a doppio taglio per Iliad, conferma una linea commerciale precisa. L’azienda transalpina già prevede servizi a costo zero che con gli altri operatori sono a pagamento. I casi più emblematici sono la segreteria telefonica, il chi è ed infine il piano tariffario.