WhatsApp: nuovo metodo gratis e legale per spiare partner, amici e parenti

Come annunciato a lungo nelle ultime settimane dello scorso anno, sta per arrivare su WhatsApp un aggiornamento che potrebbe lasciare l’amaro in bocca a migliaia di clienti. Le pubblicità entrano a far parte della piattaforma di messaggistica attraverso un apposito aggiornamento il cui roll out è atteso a momenti.

 

WhatsApp, a Febbraio c’è il via libera per l’ingresso delle pubblicità in chat

Questo upgrade è figlio di una precisa volontà di Facebook. Sono trascorsi ben cinque anni dai tanto discussi accordi di fusione tra la chat ed il social network. Come da patti, a partire da febbraio 2019 il gruppo di Mark Zuckerberg può iniziare a lavora per monetizzare il suo investimento. Le pubblicità sono state considerate la fonte di ricavo primaria per WhatsApp. La volontà di introdurre le ads nasce anche dalla voglia di evitare il ritorno ai pagamenti per i singoli utenti.

Leggi anche:  WhatsApp: truffati milioni di utenti TIM, Vodafone, Iliad e Wind

Gli sviluppatori hanno sottolineato quelli che saranno i punti chiave di questo upgrade. In primis, c’è da sottolineare che gli annunci che entreranno a far parte della piattaforma non dovrebbero essere invasivi. WhatsApp sarà sempre quella piazza virtuale familiare che tutti noi conosciamo.

Le ads seguiranno la strada già intrapresa da Instagram o Facebook: queste faranno parte della sezione delle storie. Dopo un certo numero di storie, gli utenti saranno chiamati alla visione di una pubblicità di pochi istanti. Le conversazioni per ora non saranno toccate: nelle chat con gli amici quindi non saranno interrotte da annunci commerciali.