Instagram

Dopo l’acquisizione da parte di Facebook Inc, il social network Instagram ha avuto una crescita davvero incredibile. Ormai è utilizzato almeno una volta al giorno dalla maggior parte degli utenti nel mondo.

Sono state introdotte moltissime novità nel corso degli ultimi anni e, soprattutto le storie, hanno contribuito alla crescita della piattaforma. Secondo dei recenti studi però, il social ci renderebbe tristi e ansiosi. Scopriamo insieme il motivo.

 

Instagram ci rende infelici, lo dice uno studio

Nonostante la piattaforma riesca a produrre un numero come 4.2 miliardi di like al giorno, secondo uno studio ci renderebbe infelici. Il Guardian ha pubblicato un articolo secondo il quale sulla piattaforma si tende a pubblicare contenuti accattivanti. Secondo il giornale gli utenti tendono a costruirsi un’immagine che potrebbe far pensare agli altri di non essere all’altezza.

La tesi è stata confermata nel 2017 dalla Royal Society for Public Health, che ha condotto un sondaggio tra 1.500 giovani del Regno Unito dai 14 ai 24 anni. A questi giovani è stato chiesto quanto il social network influenzi la loro vita. La domanda è stata posta in generale e non specificatamente su Instagram.

Leggi anche:  Instagram diventa più sicuro: autenticazione a due fattori adesso anche tramite app

Tra tutti i social network però, Instagram è risultato avere un impatto più negativo sulla mente umana. Prima di tutto intacca la qualità del sonno, poi l’immagine del proprio corpo e a seguire incrementa anche la paura di essere tagliati fuori dal gruppo, di rimanere isolati. Il social network quindi contribuirebbe, secondo questo sondaggio, ad accrescere la nostra ansia e aumenterebbe anche il rischio di depressione. Come in tutte le cose, bisogna utilizzarlo con coscienza, senza arrivare ad esserne dipendenti.