Android: 2 applicazioni gratis solo questa domenica, che occasione per gli utenti

Il sistema operativo Android di Google compie 10 anni di vita, installato su smartphone e tablet in tutto il mondo. Oggi ripercorreremo le tappe che in questi anni ha seguito, scoprendo come è cambiata la piattaforma che ha conquistato il mercato.

Android è ormai diventato il leader indiscusso a livello globale, il concorrente principale è iOS di Apple, ma come ben sapete il primo è installato su molti smartphone diversi, mentre il secondo solo sui dispositivi prodotti dall’azienda di Cupertino.

 

Android festeggia 10 anni, buon compleanno!

Ben 10 anni fa veniva lanciato per la prima volta sul mercato HTC Dream, conosciuto anche come T-Mobile G1 e con esso veniva lanciata anche la prima versione in assoluto del sistema operativo Android. Ai tempi era possibile riprodurre video su YouTube e l’Android Market (chiamato così prima di Play Store) permetteva di scaricare pochissime applicazioni.

Android nacque da un’idea di Andy Ruben e colossi come Samsung e altri decisero di adottarlo sui propri smartphone. La prima versione del sistema operativo non aveva alcun nome, successivamente invece Google decise di aggiungere nomi di dolci per ogni importante aggiornamento. Abbiamo quindi assistito alla nascita di Android Cupcake, Donut, Eclair, Froyo, Gingerbread, Ice Cream Sandwich, fino ad arrivare ai più recenti Oreo (versione 8.0) e Pie, protagonista del momento.

Leggi anche:  4G: nuova situazione di pericolo per i clienti Tim, Vodafone, Wind, Tre e Iliad

L’azienda è però al lavoro anche su Fuchsia OS, quello che dovrebbe essere l’erede di Android. A differenza dei precedenti sistemi, quest’ultimo è basato su un nuovo microkernel chiamato Magenta, che deriva direttamente da Little Kernel e presenta una particolarità: funzionerà su qualsiasi tipologia di dispositivo. Sarà quindi in grado di adattare l’interfaccia grafica e altre funzionalità a seconda del dispositivo su cui sarà installato. Il punto forte di Android è sicuramente la versatilità, installato al momento su oltre 2 miliardi di device attivi.