Vodafone vs Iliad e Wind: la questione portabilità verrà decisa dall'AGCOM

Ci sono importanti novità per quanto riguarda la delicata questione che vedeva molti utenti impossibilitati ad effettuare la portabilità dei numeri da Vodafone verso l’operatore Iliad.

Infatti, come è stato riportato nel corso di questi giorni, le lamentele non sono arrivate solo dalla compagnia francese, ma anche da Wind Tre, che sta ricevendo lo stesso tipo di disservizio. Per questo motivo i vari operatori nella giornata di ieri si sono riuniti con AGCOM nel tentativo di trovare  una soluzione a questa vicenda che sta creando così tanti disagi.

In particolare,  sembrerebbe che la richiesta proposta delle società nei confronti di Vodafone sia volta a risolvere quanto prima, ma le tempistiche andranno avanti per molto. Complici delle portabilità arretrate che sono state accumulate negli ultimi tempi. Infatti, si passerà dalle attuali 33.000 richieste standard, alle 100.000 unità al giorno.

Leggi anche:  Vodafone: in promo la Shake Remix Unlimited 50 GB dal 16 settembre

 

L’AGCOM cercherà di trovare un accordo nel minor tempo possibile

Per Iliad, Wind e Tre, quindi la questione è davvero insidiosa e questo non porterà ad un accordo in tempi brevi in ogni caso. In un precedente articolo si parlava delle intenzioni di Vodafone in merito alla faccenda, infatti comunicò di voler salire a 36.000 unità elaborate al giorno.

Il gap è notevole rispetto alla norma, ed è proprio in questa fase che l’AGCOM dovrà trovare una soluzione che riesca ad accontentare un po tutti. D’altronde, chi subisce il disagio maggiore sono gli utenti, che si trovano impossibilitati anche nell’effettuare una richiesta di rimborso per evitare di pagare due tariffe durante la fase di transizione.