Truffe online

Purtroppo torniamo ancora una volta a parlare di truffe online ed e-mail phishing, il cui unico scopo è quello di rubare dati e soprattutto soldi a noi utenti. Questa volta la segnalazione è arrivata direttamente da un nostro lettore.

Abbiamo anche scoperto che l’ultimo raggiro creato sono le finte inserzioni di vendita online, anch’esse create ad hoc per derubare i poveri utenti. Grazie a questo screenshot potremo visualizzare i dettagli che solitamente non compaiono all’interno di una e-mail ufficiale.

Truffe online: una nuova e-mail phishing porta il nome di Apple

Sono moltissime le e-mail false che vengono inviate nell’ultimo periodo, lo scopo è solamente uno: derubare i poveri utenti che ci cascano. La più gettonata rimane sempre quella che porta il nome di Paypal o di Poste Italiane, quindi fate molta attenzione se doveste riceverne una.

 

Grazie a questo screenshot possiamo finalmente mostrarvi come sono strutturate le e-mail truffa. Già da subito potete notare l’indirizzo da cui è stato spedito il messaggio, nonostante all’inizio appaia support@apple.com. L’indirizzo reale è quello successivo, che non ha assolutamente nulla a che fare con il vero indirizzo della casa di Cupertino. All’interno dell’e-mail comunicano di aver notato dei movimenti insoliti nell’account di Apple e, per questo motivo hanno bloccato il profilo.

Leggi anche:  Il Black Friday è in arrivo ma attenzione alle truffe: ecco tutti i consigli da seguire

L’e-mail finisce con un link, che andrebbe cliccato per “riattivare” il profilo. L’utente che però ci ha segnalato la foto ha specificato di non utilizzare più un dispositivo iOS, essendo da qualche mese passato ad Android. Di conseguenza il profilo con Apple ID è stato chiuso da lui stesso, è quindi impossibile che qualcuno abbia utilizzato il seguente account. Questo è solo uno dei metodi utilizzati dai malintenzionati per farvi cadere nella trappola. Nel caso in cui utilizziate un dispositivo Apple e ricevete questa comunicazione, non aprite assolutamente il link in allegato.