AGCOM

Siete al mare e squilla il telefono, siete in pausa e la suoneria ronza nell’aria, siete in riunione e avete scordato di inserire il silenzioso che ecco, il call center vi chiama. Certe volte, le proposte commerciali effettuate via telefono possono essere stressanti, soprattutto quando qualche sistema si inceppa ed il vostro numero viene ripescato più volte.

Purtroppo le persone che lavorano in questi ambiti non hanno alcuna colpa, ma una possibile salvezza sembra farsi spazio tra le chiamate indesiderate. Nelle scorse ore, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM), ha pubblicato e presentato un nuovo sistema in grado di identificare tali chiamate.

Come riporta la pagina dedicata dell’AGCOM, infatti, si può leggere che :

Inserendo una numerazione nazionale nel campo sottostante sarà possibile risalire all’anagrafica della/le società esercente/i l’attività di call center sulla base delle informazioni dichiarate dalle stesse società al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC). Se la numerazione inserita non è stata dichiarata al ROC, la ricerca non produrrà alcun risultato.”

Leggi anche:  Call center Tim, Wind, Tre e Vodafone: come tutelarsi dalle truffe contro i clienti

Questo tool fornisce tutte le informazioni necessarie come il nome dell’impresa, il codice fiscale, la regione e l’email di recapito. L’unica variabile omessa è per che tipo di clienti lavorano. In poche parole, non si può sapere se il call center vi chiama per qualche operatore telefonico o per qualche offerta riguardante luce e gas.

Seppure semplice e forse lacunoso per alcuni, questo strumento rappresenta un ottimo servizio per potersi difendere dalle chiamate indesiderate; al fine di riconoscerle e bloccare il numero attraverso la funzione “blacklist” del proprio smartphone.