WhatsApp è seriamente preoccupata per la serie di incidenti relativi alla privacy che hanno visto coinvolta la piattaforma di messaggistica istantanea più grande al mondo. In tal senso, l’azienda starebbe realizzando una sorta di concorso a premi, nel quale gli sviluppatori indipendenti dovranno scovare i bug presenti nell’applicazione.

Il 90% dei messaggi scambiati su WhatsApp sono tra due utenti, mentre il restante 10% vede protagonisti i gruppi con meno di 6 utenti; per quanto riguarda questi ultimi, è necessario implementare un sistema di sicurezza tale da scongiurare attacchi virali. Ed è per questo che ha organizzato questa ”caccia al tesoro”.

 

WhatsApp: concorso per scovare bug nell’applicazione e guerra alle fake news

Allo stesso tempo, WhatsApp vuole mantenere la sua natura crittografata. Lavorando a stretto contatto con i migliori sviluppatori sul mercato, l’azienda punta ottenere consigli e consulenze da esperti esterni, migliorando al contempo la privacy dei suoi utenti. Inoltre, il colosso di instant messaging dichiara guerra alla fake news.

Potrebbe interessarti: Vodafone, ritorna Special 30 GB: ecco come attivare la promo migliore del momento

“WhatsApp tiene molto alla sicurezza dei nostri utenti. Attraverso questo nuovo progetto, non vediamo l’ora di lavorare con i principali esperti accademici per saperne di più su come le piattaforme online sono utilizzate per diffondere virus e fake news. Questa ricerca ci aiuterà a sviluppare modelli in grado di aiutare le persone a individuare notizie false”.

L’obiettivo dello studio consiste nel capire come una società reagisce alla disinformazione, specialmente se ai margini del mondo connesso; in tal senso, presumiamo si svolgerà nei Paesi in via di sviluppo, come l’India e Brasile.