Apple ridimensiona la produzione di iPhone
Apple ridimensiona la produzione di iPhone

Dei prossimi iPhone di Apple per quest’anno, in questi mesi, è stato un gran parlare. Immagini trapelate che mostravano soprattutto i display e molto altro ci hanno suggerito molto su come saranno mentre i leak sulle specifiche hanno aggiunto altri dettagli. Tutto questo ha aiutato a creare molto hype, ma qualcosa potrebbe presto frenarlo.

Secondo un rapporto, la compagnia ha deciso di tagliare gli ordini con i fornitori del 20%. Queste parti erano destinate ai sopracitati dispositivi il che la dice lunga. Questa notizia è supporta dalle citazioni di quattro fonti riprese dall’Asian Review. Mentre l’anno scorso era stata programmata la produzione di oltre 100 milioni di pezzi quindi si prevede che per il 2018 vedremo “appena” 80 milioni di pezzi, spalmati, probabilmente, in modo non uniforme tra i nuovi modelli.

 

Apple iPhone X Plus

Secondo il rapporto, Foxconn assemblerà il 100% dei modelli da 5,8 pollici, dall’80% al 90% della versione Plus da 6,5 ​​pollici e il 30% del modello LCD da 6,1 pollici. Il produttore a contratto Pegatron assemblerà il 60% delle unità LCD e il 10/15% del modello “Plus” da 6,5 ​​pollici. Le restanti unità iPhone saranno costruite da Wistron.

Leggi anche:  Apple: rilasciata la prima beta 9 per iOS 12 dedicata agli sviluppatori

“Apple è piuttosto prudente in termini di nuovi ordini per i prossimi iPhone quest’anno. Per i tre nuovi modelli in particolare, la capacità totale pianificata potrebbe essere fino al 20% in meno rispetto agli ordini dell’anno scorso”.

Tra l’altro, diverse fonti hanno dichiarato al Nikkei Asian Review che Apple sta incontrando qualche problema con alcune funzionalità degli iPhone. Questo potrebbe far slittare la data di prestazione prevista per agosto, e le successive vendite di settembre.