Probabilmente, molti di voi conosceranno bene GitHub; dopo tutto, è il luogo principale dove gli sviluppatori e le aziende rilasciano il codice sorgente per le loro applicazioni, i kernel personalizzati, le ROM custom  basate sull’AOSP e molto altro ancora.

In parole povere, GitHub è il servizio di hosting più popolare per i repository Git in cui può essere caricato il codice sorgente di un progetto e gestirlo con funzionalità di collaborazione come bug tracking, commit, richiesta di funzionalità, wiki e altro ancora. GitHub è rimasto indipendente per la totalità della sua esistenza, ma tale situazione potrebbe presto cambiare, a causa (o grazie) a Microsoft.

 

Microsoft avrebbe accettato di acquistare GitHub

Sì, avete letto bene: Microsoft potrebbe acquistare GitHub. È una mossa incredibile, ma non dovrebbe sorprendere più di tanto se ripercorriamo la storia recente della compagnia. Microsoft ha lentamente spostato la propria attenzione verso i progetti open source, arrivando persino ad adottare i componenti principali open source di .NET, PowerShell e Chakra Core.

Secondo Bloomberg, che ha diffuso la notizia, Microsoft ha accettato di acquistare GitHub con termini non ancora divulgati (GitHub è stato valutato per l’ultima volta a $ 2 miliardi nel 2015, quindi ci aspettiamo che la valutazione del 2018 si svolga nello stesso ballpark). Come azienda, GitHub ha avuto problemi di entrate e di leadership interna, e ha cercato un nuovo CEO per circa 9 mesi. Sotto Microsoft, la situazione dovrebbe cambiare drasticamente, a partire dal punto di vista finanziario.

Non è chiaro in che modo l’acquisizione influenzerà il servizio e la direzione di GitHub nei confronti – soprattutto – degli sviluppatori indipendenti, sia nel breve che nel lungo periodo. Uno dei concorrenti più famosi nello spazio, GitLab, sta approfittando di questa notizia per pubblicizzare il proprio servizio. GitLab ha persino pubblicato un tutorial ben programmato su come migrare il progetto caricato su GitHub.