WijQyop5tupJZVBe
Come sempre, arriva un nuovo top gamma, iFixIt lo fa a pezzi analizzandolo a dovere, questa volta è toccato al nuovo HTC One (M8) il quale è stato smontato nei particolari dallo staff di iFixIt il quale si dice molto scontento della riparabilità , dato che risulta estremamente difficile lo smontaggio e quindi la sostituzione delle componenti interne, ma vediamo insieme i dettagli!

La prima domanda che si sono posti i componenti dello staff di iFixIt è stata se avesse preso la caratteristica di “estremamente non riparabile” del suo predecessore, e a giudicare da come appare il case, sembrava fosse molto difficile lo smontaggio, infatti non è dei più semplici, sembrerebbe che lo staff abbia avuto addirittura piccole difficoltà nel localizzare i punti in cui poter inserire gli strumenti per aprire la cover esterna, la quale come potete vedere dalle immagini, appare molto compatta, chiusa da tutti i lati.

Successivamente si sono concentrati sulle specifiche hardware, che come sappiamo , sono realmente interessanti, soprattutto per quanto riguarda la doppia fotocamera posteriore la quale garantirà una migliore cattura della luce in condizioni di poca luminosità.
Successivamente hanno preso in esame la semplicità di inserire accessori, che è realmente banale, possiamo infatti inserire sim ed SD esterna senza alcuno sforzo, insomma, per l’utente comune è uno smartphone perfetto,  in quanto molti costruttori costringono letteralmente i consumatori a smontare la cover posteriore e inserirla all’interno, mentre qui possiamo inserirla comodamente da uno slot esterno tramite una piccola chiave fornita dallo smartphone, già questo però inizia a darci indicazione di come lo smartphone sia poco riparabile in quanto difficile da aprire!

Leggi anche:  Samsung spiega il funzionamento del sistema di raffreddamento del Galaxy Note 9

Da qui però lo staff ha iniziato a lamentarsi della poca riparabilità, sembrerebbe infatti che lo smartphone non consenta altro all’utente comune, infatti una delle lamentele più ricorrenti riguarda la difficoltà riscontrata per trovare il punto di apertura iniziale, fatto ciò lo staff è riuscito anche se con difficoltà a separare le singole componenti dello smartphone e le ha illustrate sul proprio articolo, ovviamente noi le aggiungeremo nella gallery al termine del nostro articolo, anticipandovi che molte di esse sono ovviamente integrate, ossia non consentono la sostituzione da parte dell’utente.

Insomma, iFixIt ci ha dato una grossa delusione, descrivendo il nuovo top gamma HTC come estremamente difficile da riparare, speriamo ovviamente che la cosa sarà affiancata dall’alta affidabilità del terminale!
Vi lasciamo alla gallery!


[via]