covertouchscreen_t.jpg.pagespeed.ce.gZIjB9krip

Il futuro degli schermi per smartphone non sarà Gorilla Glass. Al Mobile World Congress di Barcellona è stato presentato un prototipo di schermo fatto di zaffiro sintetico, che conferisce una resistenza da tre a quattro volte di più rispetto al vetro impiegato negli Smartphone.

 

GT Advanced è specializzata nella produzione di blocchi di zaffiro sintetico da 113 chili l’uno, che richiedono una lavorazione lunga e meticolosa: occorrono 16 giorni di lavorazione con una cottura in un forno a 2200 gradi centigradi. Per il momento i costi restano abbastanza proibitivi. Ma è chiaro che con delle economie di scala, il prezzo diventerà irrisorio.5066-r_t.jpg.pagespeed.ce.fLpsJyEaxc

Qualità principale di questo materiale è la perfetta invisibilità. Infatti riesce a trasmettere perfettamente per lunghezze d’onda che vanno ben oltre la portata della visione umana. Anche la Funzionalità Touch non è minimamente compromessa.

Per quanto riguarda la resistenza, diciamo sinteticamente che questo materiale non si rompe, nemmeno se picchiamo con forza con pietre, pezzi di cemento o cercando di graffiarlo con qualsiasi oggetto. Tutto al più si depositerà sulla superficie una impercettibile coltre di polvere frutto dello sbriciolamento dell’oggetto contundente con cui si è cercato di danneggiare lo schermo.xtest-di-resistenza_t.png.pagespeed.ic.Y2d9exGFQ1

I test del produttore ci dicono che rispetto al Gorilla Glass 2 vi è una notevole differenza di resistenza da 2,5 a 3 volte maggiore.

Sarebbe bello avere uno Smartphone indistruttibile e antigraffio. Presto potremo averlo.