Snapdragon 670 è un chipset di Qualcomm del quale vi abbiamo parlato più volte. Si tratta di un SoC di fascia media, e sarà il diretto successore del tanto apprezzato Snapdragon 660. In un recente articolo vi abbiamo anche raccontato dei risultati ottenuti su GeekBench: l’Adreno 620 ha fatto segnare 6404 punti, uno score molto vicino a quello di Snapdragon 820, il SoC di punta del 2016.

Ora, stando alle informazioni condivise da WinFuture.de, lo Snapdragon 670 sarà basato su processo produttivo a 10 nm: avrà un’architettura big.LITTLE, con sei core a basse prestazioni e due core ad alte prestazioni. Questi sei core saranno denominati “Kryo 300“; nella fattispecie trattasi di una customizzazione dei ben noti ARM Cortex-A55. I restanti due core saranno invece chiamati Kryo 300 Gold e saranno sostanzialmente dei Kyro 300 con clock più alto.

SD 670 includerà una GPU Adreno 615, la quale dovrebbe funzionare a 430 o 650 MHz. Non mancherà il supporto a memorie UFS 2.1 ed eMMC 5.1 e un modem Snapdragon X2X in grado di offrire una velocità di download di 1 Gbps. Queste sono praticamente tutte le informazioni disponibili al momento, e non sappiamo ancora quando questo processore diventerà ufficiale.

Leggi anche:  BlackBerry Motion è stato finalmente rilasciato in quasi tutti i Paesi europei

Il Mobile World Congress (MWC) di Barcellona è proprio dietro l’angolo ed è possibile che Qualcomm abbia intenzione di presentare questo SoC durante la fiera più grande al mondo. In ogni caso, restate sintonizzati per ulteriori informazioni, in quanto Snapdragon 670 sarà probabilmente uno dei SoC mobili più utilizzati nel 2018.