Diverse nuove icone rinvenute nell’ultima build di iOS 11.2.5 e condivise su Twitter sembrano rivelare ulteriori funzionalità incluse nel nuovo altoparlante di Apple, l’HomePod. Domenica, Filipe Espósito ha trovato un’immagine nascosta tra gli asset dell’app Home di Apple che include delle icone che suggeriscono che sarà possibile creare scene personalizzate che disattiveranno la funzione “Hey, Siri” dell’HomePod.

Come osserva Espósito, la funzione potrebbe essere utile se si organizzasse una festa in casa. Il proprietario potrebbe voler controllare altri dispositivi intelligenti come luci e sensori di movimento disabilitando le risposte Siri per motivi di privacy.

 

L’HomePod vedrà presto la luce sul mercato Americano

 

Apple non ha ancora fatto sapere se l’HomePod sarà in grado di supportare più di un utente. Espósito ritiene che ci siano riferimenti che indicano che l’altoparlante potrà distinguere tra voci diverse contemporaneamente per servire più account. Rileva inoltre che le risorse esistenti mostrano il supporto per la combinazione di due HomePod per il suono stereo o l’uso di due o più HomePod per trasmettere musica in streaming simultaneamente utilizzando il protocollo di streaming wireless AirPlay 2 di Apple.

Apple ha annunciato originariamente l’HomePod a Giugno 2017 alla Worldwide Developers Conference, dove ha dimostrato le funzioni avanzate dall’altoparlante che si adatta in modo intelligente all’ambiente circostante per offrire il miglior suono possibile.

 

Inizialmente, la società aveva pianificato di rilasciare lo speaker con Siri integrato nel Dicembre 2017. In una successiva dichiarazione ha affermato che il lancio sarebbe stato spostato ad “inizio 2018”. Le voci suggeriscono che il fornitore, Inventec ha iniziato a spedire l’HomePod ad Apple ma non è ancora del tutto chiaro quando verrà lanciato.

Le forniture di HomePod potrebbero essere limitate al momento del lancio, in base alle informazioni condivise da Inventec. Apple ha affermato che il prodotto dal valore di 349 dollari sarà disponibile inizialmente solo negli Stati Uniti, nel Regno Unito ed in Australia.