Amazon vuole Alexa ovunque
Amazon vuole Alexa ovunque

Non è un segreto che Amazon vuole la sua assistente vocale Alexa ovunque ed in ogni dove. Ora, grazie a nuovi strumenti di sviluppo, Amazon vuole Alexa anche in… cucina.

Leggi anche: Samsung Galaxy S8 e aggiornamento Android Oreo: il regalo agli utenti

No, il nostro non è – pessimo – humor. Grazie alle nuovi API Smart Home, Alexa potrà essere inserita all’interno di forni, microonde, macchine del caffè ed ogni strumento della e per la cucina.

In tal senso, l’utente potrà comunicare con Alexa, chiedendole ad esempio di impostare i tempi di cottura del microonde, le modalità, i livelli di potenza.

“Alexa, scongelare tre chili di pollo” o “Alexa, forno a microonde, potenza media per 50 secondi.”

Amazon ha già raggiunto una partnership con Whirlpool per l’implementazione di Alexa su molti dei suoi elettrodomestici. Ma non solo: il gigante del retail ha raggiunto accordi con GE Appliances, Kenmore, LG e Samsung per l’inserimento di API Smart Home per i loro forni ed altri elettrodomestici da cucina. Alcuni prodotti sono già in esposizione presso il CES di Las Vegas.

Leggi anche:  Amazon, ecco il brevetto per lo specchio smart

Ma Amazon non vuole porsi limiti, in quanto vi sarebbero anche strumenti di sviluppo i quali consentirebbero di implementare Alexa su vari indossabili Bluetooth, tra cui cuffie, smartwatches, fitness tracker e altri dispositivi audio.

Uno in particolare: Alexa Mobile Accessory Kit, già sul banco da lavori di varie aziende quali Bose, Jabra, iHome, Linkplay, SUGR, Libre Wireless, Beyerdynamic, Bowers e Wilkins. Bose, nella fattispecie, ha lavorato con Amazon per la realizzazione kit, che sarà disponibile per gli sviluppatori questa estate.

È interessante notare che v’è un altro strumento di sviluppo, AVS Device SDK, che consente agli sviluppatori di integrare Alexa nei loro dispositivi. La differenza tra questo e Alexa Mobile Accessory Kit è che il secondo non ha Alexa integrata, mentre il primo si.

Sarà interessante vedere dove altro potremmo trovare Alexa entro la fine del 2018. Forse nelle auto?