WhatsApp è forse la chat più amata a livello globale. Ogni giorno, più di un miliardo di persone utilizza il servizio che, dal 2014, è parte della galassia Facebook.

Nonostante i numeri siano fortemente a favore della piattaforma, in molti non sono soddisfatti delle funzioni che questa offre. Rispetto ad altri concorrenti, ad esempio, su WhatsApp ci sono molti meno strumenti. Una delle cose che mancano alla chat è la possibilità di inviare messaggi che si autodistruggono. Servizi rivali come Snapchat o Telegram consentono tale opportunità.

Inviare messaggi che si autodistruggono su WhatsApp

Oggi vi mostreremo come ottemperare a questa mancanza, grazie ad una semplice app scaricabile dal Play Store. L’app in questione si chiama “Kaboom”.

Una volta effettuato il download di “Kaboom”, attraverso una semplice interfaccia, saremo indirizzati alla creazione di un messaggio da inviare ad un contatto. Scelto il messaggio (o anche il file) da inviare, dovremo impostare il timer per l’autodistruzione. La decisione è totalmente personalizzabile: si va dai pochi secondi sino ai tanti giorni.

Leggi anche:  WhatsApp: incredibili notizie su Ventura e la Nazionale di Calcio

Dopo aver determinato il timer l’ultimo step sarà quello della condivisione. “Kaboom” ci indicherà attraverso quale piattaforma inviare il messaggio ed a chi. In tal caso, noi sceglieremo WhatsApp (ma sono disponibili anche Facebook, Messenger, Telegram e molti altri servizi) ed un utente di riferimento.

Fatto anche questo, il gioco sarà concluso. Al contatto da noi desiderato, arriverà in chat un link di “Kaboom” attraverso cui sarà possibile leggere il messaggio che, dopo un certo lasso di tempo, non sarà più disponibile.