OnePlus 5

Alcuni giorni fa, OnePlus ha rilasciato l’aggiornamento alla OxygenOS 4.5.7 per l’ultimo top di gamma della casa cinese, il OnePlus 5 . Poche ore dopo il roll-out, la società ha ritirato l’aggiornamento senza specificare i motivi di tale scelta.

OnePlus rilascia la OxygenOS 4.5.8 per OnePlus 5

Mentre le ragioni legato al ritiro dell’aggiornamento all’ OxygenOS 4.5.7 non sono ancora state specificate ufficialmente, trapelano nuove indiscrezioni che individuerebbero la causa in alcuni problemi riferibili alla batteria, nonostante i notevoli miglioramenti apportati sino ad oggi. Durante il ritiro dell’aggiornamento, avvenuto un paio di giorni fa, OnePlus ha assicurato di aver iniziato a lavorare alle correzioni dei vari problemi riscontrati. Ora, sembra si sia giunti ad una soluzione e le migliorie apportate sono pronte ad essere rilasciate tramite la nuova Oxygen in versione 4.5.8

In riferimento all’aggiornamento alla 4.5.7, i principali cambiamenti riguardavano la correzione di diversi bug, che causavano problemi al dispositivo, il supporto EIS per la registrazione dei video in 4K, ancora non incluso nel precedente update. L’ultimo aggiornamento rilasciato da OnePlus, sembra, finalmente, affrontare i problemi più critici riscontrati in questi giorni, come la connettività Wi-Fi ed il consumo di batteria eccessivo in standbyDal changelog ufficiale, il OnePlus 5 riceverà diverse correzioni di bugs, tra cui quelli all’otturatore della telecamera in modalità silenziosa, leggere indecisioni durante la riproduzione di giochi, una scarica della batteria anomala ed occasionali perdite di qualità audio negli altoparlanti durante l’utilizzo degli auricolari.

L’aggiornamento all’ OxygenOS 4.5.8 include la stabilizzazione elettronica dell’immagine per la registrazione dei video in 4K. Il supporto all’ EIS è una delle funzioni più attese, mancanti attualmente sullo smartphone. In particolare, la mancanza della stabilizzazione elettronica prima dell’aggiornamento non è stata ben accolta da molti utenti. Speriamo che questo nuovo update possa, finalmente, portare ad una risoluzione definitiva del problema.

Leggi anche:  OnePlus 5T: specifiche tecniche, data di uscita e indiscrezioni