smartphoneI moderni smartphone sono diventati celebri non tanto per i potenti hardware in dotazione, quanto per le innumerevoli funzionalità offerte dai loro sistemi operativi mobile: in testa fra tutti Android ed iOS. Grazie a questi dispositivi intelligenti, la nostra vita è stata completamente rivoluzionata. Oggigiorno, infatti, compiamo migliaia e migliaia di operazioni quotidianamente e ci affidiamo quasi ciecamente a questi device per le più svariate attività.

Per questa ragione e data la crescente importanza di questi apparecchi nel nostro cuore, abbiamo deciso di stilare una speciale classifica di tutti gli smartphone (Android ed iOS) che hanno scritto la storia del settore. Un piccolo omaggio che ambisce a poter ripagare le miliardi e miliardi di ore di onorato servizio che i nostri amati terminali ci hanno saputo dedicare.

10. iPhone 6 Plus, il primo phablet di casa Apple

Smartphone

iPhone 6 Plus non è un dispositivo che ha stupito più di tanto il pubblico. Tuttavia, rappresenta un’innovazione assoluta per il marchio Apple, che per la prima volta nella sua storia abbandona le dimensioni ridotte dei smartphone per passare ad un display da 5,5 come richiesto a gran voce dal mercato.

Ma la società fa di più. Sdoppia la sua produzione, passando da un solo device all’anno a ben due (in alcuni casi 3 – vedi iPhone 5C), differenti per caratteristiche, prezzo e dimensioni. iPhone 6 Plus contiene comunque al minimo le sue dimensioni (158.1 x 77.8 x 7.1 mm) ed il suo peso (172 grammi) Ad onor di cronaca ricordiamo le ulteriori caratteristiche tecniche:

  • Display IPS LCD Full HD (tecnologia “Retina”) da 5,5 pollici con una densità di 401 ppi;
  • Processore a 64 bit A8 dual core da 1,4 GHz;
  • Memoria RAM da 2 GB;
  • Tagli di memoria interna da 16/64/128 GB, non espandibile mediante memoria micro-sd;
  • Sensore fotografico posteriore da 8 MP con flash led;
  • Fotocamera anteriore da 1.2 MP;
  • Batteria non removibile da 2915 mAh.

Il sistema operativo è iOS 8, in seguito aggiornato recentemente ad iOS 10.0.2. Il terminale è stato commercializzato a settembre 2014 a partire dal prezzo di 749 euro.

9. Samsung Galaxy S3, lo smartphone indimenticabileSamsung Galaxy S3 Neo

Se è vero che il primo amore non si scorda mai, credo che la mia prima infatuazione nei confronti dell’universo Android sia dovuta a Samsung Galaxy S3. Era la lontana estate del 2012 – viaggio studio a Parigi – il fidanzato di una mia amica sfoggiava con fierezza questo super smartphone. Il primo con un display così grande (4.8 pollici) e con una risoluzione tanto elevata da far brillare gli occhi (HD). Ottime scatti e reattività del processore mostruosa per i tempi: un vero gioiellino.

P.s.: Ricordo come in quel periodo Apple fosse ancora ferma a iPhone 4S.

  • Display Super AMOLED HD (720p) da 4.8 pollici con una densità di 306 ppi e protetto da un vetro Corning Gorilla Glass di seconda generazione;
  • Processore Exynos 4412 quad core da 1,4 GHz;
  • Memoria RAM da 1 GB;
  • Tagli di memoria interna da 16/32/64 GB, espandibili mediante scheda micro-sd;
  • Sensore fotografico posteriore da 8 MP con flash led;
  • Fotocamera anteriore da 1.9 MP;
  • Batteria rimovibile da 2100 mAh.

Il sistema operativo dell’epoca era Android 4.0.4 Ice Cream Sandwich, in seguito aggiornato sino ad Android 4.3 Jelly Bean. Il device è stato commercializzato b maggio 2012 a partire da 599 euro.

8. LG G2, il primo vero top di gamma del gruppo sud-coreanoLG G2

LG sta vivendo nell’ultimo periodo un piccola crisi, si spera passeggera. Con le vendite di LG G5 che stentano a decollare, è bello ripercorrere il successo ottenuto dal suo primo vero top di gamma: LG G2. Un dispositivo proposto ad un prezzo molto concorrenziale e capace di offrire ottime caratteristiche tecniche e funzionalità.

  • Display IPS LCD Full HD da 5,2 pollici con una densità di 423 ppi e protetto da un vetro Corning Gorilla Glass di seconda generazione;
  • Processore Quad Core Snapdragon da 2.26 GHz;
  • Memoria RAM da 2 GB;
  • Tagli di memoria interna da 16/32 GB, espandibili mediante scheda micro-sd;
  • Sensore fotografico posteriore da 13 MP con flash led;
  • Fotocamera anteriore da 2.1 MP;
  • Batteria non rimovibile da 3000 mAh.

Il sistema operativo montato era 4.2.2 Jelly Bean, aggiornato sino ad Android 5.0.2 Lollipop. Il dispositivo è stato commercializzato a settembre 2013 a partire da 599 euro.

7. Samsung Galaxy Next Turbo, il primo Android economico di successoSamsung_Galaxy_Next_Turbo

Un entry level di tutto rispetto, annunciato durante il Mobile World Congress di Barcellona nell’ormai lontano 2011 e proposto ad un prezzo iniziale di circa 140€. Nel 2011/2012 ed anche 2013 era onnipresente tra gli smartphone dei nostri amici. Diciamo un must have della storia della telefonia mobile, un po’ paragonabile al mitico Nokia 3310.

  • Display 240×320 da 3,14 pollici TFT touch a 65.536 colori;
  • Processore da 832 Mhz;
  • RAM 278 MB;
  • Memoria interna da 160 MB espandibile tramite Micro-SD;
  • Fotocamera posteriore da 3.15 MP;
  • Batteria removibile da 1200 mAh.

6. HTC G1 Dream, il primo smartphone Android della storiahtc_dream_g1

Cosa ha di speciale HTC G1 Dream? Bè la risposta è semplice: questo terminale è stato il primo smartphone della storia a montare il sistema operativo del robottino verde, molto tempo prima che passasse in mano a Google, ed uno dei prima ad introdurre la novità della tastiera fisica “qwerty”. Uscito per la prima volta con Android 1.0 (poi aggiornato ad 1.6 Donut) negli Stati Uniti il 22 ottobre 2008 con il nome di T-Mobile G1, aveva un prezzo di 450€.

  • Display da 3.2 pollici con risoluzione HVGA (320×480 pixel), TFT a 262.000 colori;
  • Processore single-core Qualcomm da 528 MHz;
  • RAM 192 MB;
  • Memoria interna da 192 MB, espandibile tramite Micro-SD fino ad 8GB;
  • Fotocamera posteriore da 3,2 MP;
  • Batteria da 1150 mAh.

5. Google Pixel, il primo smartphone “costruito” da Googlegoogle-pixel-carphone-scree-970-80

Si è vero, la classifica ha un fine storico. Ma quale device più del nuovo Google Pixel non ha scritto la storia. Il terminale appena presentato da Big G, infatti, è il primo della storia ad essere stato progettato e realizzato interamente da Google (seppure con un piccolo aiutino da parte di HTC rimasto in sordina). Il terminale dotato del nuovissimo Android Nougat nativamente verrà commercializzato a breve (ottobre 2016) ad un prezzo a partire da 759 euro.

GOOGLE PIXEL

  • Display da 5 pollici Super-AMOLED con risoluzione Full-HD
  • CPU Snapdragon 821 Quad-Core a 2.15GHz
  • GPU Adreno 530
  • 4GB di RAM
  •  Memoria interna da 32/128GB non espandibile
  • Fotocamera posteriore da 12.3MP f/2.0 con 1.55µm grandezza pixel, doppio flash LED,  OIS e registrazione video in 4K
  • Fotocamera anteriore da 8MP f/2.0
  • Wi-Fi a/b/g/n/ac Dual-Band, Bluetooth 4.2, GPS A-Glonass, USB Type-C 1.0
  • Batteria integra da 2.770 mAh
  • Android Nougat 7.1

GOOGLE PIXEL XL

  • Display da 5.5 pollici Super-AMOLED con risoluzione Full-HD
  • CPU Snapdragon 821 Quad-Core a 2.15GHz
  • GPU Adreno 530
  • 4GB di RAM
  • Memoria interna da 32/128GB non espandibile
  • Fotocamera posteriore da 12.3MP f/2.0 con 1.55µm grandezza pixel, doppio flash LED,  OIS e registrazione video in 4K
  • Fotocamera anteriore da 8MP f/2.0
  • Wi-Fi a/b/g/n/ac Dual-Band, Bluetooth 4.2, GPS A-Glonass, USB Type-C 1.0
  • Batteria integra da 3.450 mAh
  • Android Nougat 7.1

4. Nexus 4, il top della linea NexusAndroid-L-Nexus-4

Il dispositivo maggiormente apprezzato dagli amanti della linea Nexus non poteva non essere inserito in questa nostra speciale classifica. L’ex top di gamma è stato commercializzato a novembre 2012 ad un prezzo di circa 300 euro.

  • Display IPS LCD HD da 4,7 pollici con una densità di 318 ppi e protetto da un vetro Corning Gorilla Glass di seconda generazione;
  • Processore Quad-core 1.5 GHz Krait;
  • Memoria RAM da 2 GB;
  • Tagli di memoria interna da 8/16 GB, espandibili mediante scheda micro-sd;
  • Sensore fotografico posteriore da 8 MP con flash led;
  • Fotocamera anteriore da 1.3 MP;
  • Batteria non rimovibile da 2100 mAh.

3. Nexus One, il primo della linea Nexus

Primo della fortunata serie di Nexus progettati da Google e prodotti da diverse aziende (in questo caso HTC), ha fatto il suo ingresso in scena (con Android 2.1) il 5 gennaio 2010 ad un prezzo di 499€. Interessanti le caratteristiche tecniche, per l’epoca:

  • 3.7 pollici Amoled con una risoluzione di 480 x 800 pixel ed una densità di 252 ppi;
  • Processore Qualcomm Snapdragon single-core da 1 GHz;
  • RAM 512 MB;
  • Memoria interna da 512 MB, espandibile tramite Micro-SD;
  • Fotocamera posteriore da 5 MP;
  • Batteria da 1400 mAh.

2. Samsung Galaxy SII, quale smartphone migliore di lui?Android_Samsung_Galaxy_SII

Il terminale ha fatto il suo ingresso in scena il 13 febbraio 2011 al MWC di Barcellona ed ha stravolto completamente il mondo della telefonia, eliminando quasi completamente il gap con Apple ed i suoi iPhone. Il prezzo di listino iniziale era di 599€.

  • Display da 4,3 pollici Super-Amoled Plus da 480×800 pixel e 16 milioni di colori;
  • Processore Cortex-A9 da 1228 MHz;
  • RAM 1 GB;
  • Memoria interna da 16 GB (veramente molto capiente per la sua epoca) espandibile tramite Micro-SD fino a 32 GB;
  • Fotocamera posteriore da 8 MP;
  • Fotocamera anteriore da 2 MP;
  • Batteria da 1650 mAh.

1. iPhone 3G, il secondo smartphone della storiatop_smartphone_ever_1

Vi starete chiedendo: ma come iPhone 3G non è stato il primo smartphone della storia?! E bene no. Il primo telefono intelligente mai costruito è stato “Simon” ed è stato inventato dalla famosa ditta informatica IBM nel lontano 1992. iPhone 3G (luglio 2008), invece, è stato più semplicemente il primo smartphone ha rivoluzionare il mondo, grazie alle sue funzionalità quasi paragonabili a quelle di un normale Personal Computer. Facciamo un breve tuffo nel passato e rispolveriamo le sue caratteristiche tecniche:

  • Display da 3.5 pollici TFT da 320 x 480 pixels e con una risoluzione di 165 ppi;
  • Processore single core da 412 MHz ARM 11;
  • RAM 128 MB;
  • Memoria interna da 8/16 GB (veramente un’utopia per la sua epoca);
  • Fotocamera posteriore da 2 MP;
  • Batteria non removibile agli ioni di litio.

Un breve ed immediato tuffo nel passato, tra i terminali mobile che hanno scritto la storia ed hanno cambiato inesorabilmente le nostre vite.