Dell
Dell abbandona ufficialmente Android in favore di Windows 10

Dell, una delle più importanti aziende al mondo nella produzione di personal computer, ha deciso di abbandonare ufficialmente Android per meglio concentrarsi su nuovi e potenti dispositivi equipaggiati con Windows 10.

In un tempo in cui Microsoft e Windows vivono un periodo di forte crisi, esistono delle aziende che invece di puntare su Android, il sistema operativo mobile più diffuso ed amato al mondo, decidono di puntare sull’OS proposto da Redmond. Questo è il caso di Dell, grande gruppo informatico statunitense, che ha ufficialmente dichiarato l’abbandono del progetto Android per concentrarsi su nuovi dispositivi sotto Windows 10.

Dell, l’annuncio in un comunicato stampa

La società americana ha dichiarato la propria intenzione al mondo intero attraverso un comunicato stampa inviato all’agenzia “PC World“. Nessun nuovo dispositivo Android in catalogo nel prossimo anno e, sfortunatamente per i tanti clienti Dell, nessun aggiornamento futuro per i possessori di tablet con sistema operativo del robottino verde. Nonostante ciò, però, il supporto tecnico sarà assicurato fino alla fine del periodo di garanzia previsto.

Dell, il perché della scelta

Esistono due motivazioni principali che hanno spinto il gruppo statunitense a non credere più nel progetto: la prima riguarda la forte crisi del settore che da un po’ di tempo sta affliggendo il mondo degli smartphone e dei dispositivi mobile in generale; la seconda, invece, concerne i bassi margini di guadagno per l’impresa, dovuti al fatto l’OS del robottino verde sembra sia indirizzato a clienti meno professionali e, dunque, meno predisposti a spendere grandi cifre per portarsi a casa un dispositivo con caratteristiche tecniche elevate.

Tuttavia, l’abbandono da parte di Dell di Android non è una sorpresa in sé per sé. Erano già diversi anni, infatti, che l’azienda stava riducendo il numero delle unità prodotte con questo sistema operativo. Nel 2012 fu la volta degli smartphone, ora quella dei tablet. Staremo a vedere se la nuova politica societaria rivolta all’utilizzo di Windows 10 si rivelerà vantaggiosa. Stay tuned su Tecnoandroid.it!