Android
Ecco le 4 funzioni Android che dovrebbero essere disattivate per la loro inutilità.

Gli smartphone Android possiedono una lunga serie di funzionalità, anche se alcune di queste risultano completamente inutili.

Android è senza ombra di dubbio il sistema operativo più gettonato del momento. In attesa dell’arrivo imminente di Android M, la versione Lollipop è installata su oltre il 18% dei dispositivi e a poco a poco dovrebbe caratterizzare tutti quelli di ultima generazione. Tuttavia, alcune impostazioni possono essere davvero inutili per qualsiasi utente e dovrebbero essere disattivate in maniera immediata. Vediamo quali sono queste funzioni e come ci si può sbarazzare di loro in pochi secondi e senza molte difficoltà.

  • Servizi di localizzazione. Tale funzione, fornita da Google, prosciuga la batteria di uno smartphone Android. Si tratta di un’opzione che provoca profondi disagi al dispositivo e serve soltanto in caso di furto o quando ci si perde per strada. Per disattivare tale servizio, è sufficiente andare nelle Impostazioni rapide e premere sull’icona della localizzazione o su quella del GPS. In pochi secondi, tale servizio viene eliminato. Per evitare che vengano individuati i dati sulla propria posizione, è sufficiente disattivare la rete GPS, Wi-Fi o cellulare. La disattivazione serve per risparmiare sul consumo della batteria e difendere la propria privacy.

  • Le notifiche Heads-Up. Con l’aggiornamento a Lollipop, Android ha inserito le notifiche Heads-Up, piccoli banner che appaiono nella parte alta dello schermo e spariscono in pochi secondi. Molti utenti ritengono tale funzione molto invasiva e fastidiosa, specialmente mentre si sta guardando un film o giocando ad un videogame. Per risolvere questo problema, è sufficiente effettuare il download dell’app Heads Off, con la quale si può stabilire quali programmi possono far comparire il bannerino e quali no.
  • L’apparizione automatica delle app scaricate sullo schermo principale. Non appena una nuova applicazione per Android viene installata, Google Play inserisce il suo collegamento direttamente nella home screen. Il rischio è quello di creare tanta conclusione a causa di una lunga sequenza di icone. Per ovviare a tale problematica, bisogna entrare nelle Impostazioni e deselezionare l’opzione Aggiungi icona allo schermo principale.
  • Lo spegnimento automatico. Si tratta di una funzione Android in grado di garantire una diminuzione dei consumi della batteria, ma nasconde alcuni difetti. Ad esempio, alcune app come Pocket, Feedly e Kindle sono interamente dedicate alla lettura e necessitano di un’accensione maggiormente prolungata. Con il software Caffeina, il display può restare acceso per determinate applicazioni anche quando non si preme con frequenza. È quindi più facile leggere, navigare sul Web, guardare video o eseguire qualsiasi altra operazione.