pavlok smartband

Gli smartwatch e gli smartband stanno andando sempre più a ruba e adesso una società americana ha creato il Pavlok smartband, un bracciale elettrico progettato per cercare di cambiare le cattive abitudini.

Il Pavlok smartband viene indossato come un qualsiasi altro smartband (abbiamo visto recentemente diversi nuovi smartband tra i quali il Huawei Talkband e lo Xiaomi Mi Band, che è quello più economico in assoluto, che si può trovare online ad un prezzo di 15 euro) ed esteticamente somiglia molto al FitBit. Come gli altri dispositivi di questo tipo può essere attivato manualmente o automaticamente tramite un’app per smartphone.

A cosa serve e come funziona il Pavlok smartband

Il Pavlok smartband viene prodotto da una società americana con uno scopo ben preciso in mente: mira infatti ad aiutare gli utenti ad abbandonare le cattive abitudini, dando loro una lieve scossa elettrica nel momento in cui le perpetuano.
Il Pavlok smartband viene indossato come un normale smartband ma, al contrario degli altri fitness tracker ed activity tracker, ha dei metodi più “costrittivi” per stimolare le persone a seguire delle buone abitudini. Esso infatti è ispirato dalla teoria di Pavlov, che ha addestrato i suoi cani ad aspettarsi del cibo ogni volta che veniva fatta suonare una campanella. Tramite questo smartand chi lo indossa dovrebbe imparare ad evitare certi comportamenti, per non ricevere una scossa elettrica dal band.

“L’idea è che tutti hanno delle cose che sanno che non dovrebbero fare”, ha detto Maneesh Sethi, che ha creato Pavlok . “Se si inizia ad aggiungere una piccola quantità di shock quando si fanno cose stupide, è possibile  aumentare la consapevolezza delle vostre attività nella vostra routine quotidiana. Mi piace dire che negli ultimi 1000 anni abbiamo addomesticato l’ambiente, ma non abbiamo addomesticato noi stessi.”

Mr Sethi ha spiegato che, per esempio, coloro che cercano di perdere peso potrebbero mandarsi delle scariche elettriche quando il loro piatto è pieno per metà, per incoraggiare se stessi a smettere di mangiare. Oppure, se si sa di aver sprecato troppo tempo sui social media, si potrebbe mandare una scarica per distogliere l’attenzione dal dispositivo. Inoltre pare che l’attivazione manuale del Pavlok Smartband sia più efficace degli shock impostati automaticamente, in quanto farlo manualmente permette di acquisire maggiore consapevolezza delle proprie abitudini.

Lo shock elettrico proveniente dal Pavlok smartband è di due milliampere, che i produttori sostengono non sia né pericoloso né doloroso. Il dispositivo sarà messo in vendita il prossimo anno ad un prezzo di $ 244 (£ 155). E voi pensate possa essere efficace questo meccanismo per combattere le cattive abitudini?

via