l’intelligenza artificiale per tradurre il linguaggio degli animali

Molti parlano agli animali domestici come se fossero persone, ed un giorno l’intelligenza artificiale potrebbe renderlo una possibilità. Secondo i rapporti del World Economic Forum, gli scienziati stanno lavorando per decodificare i linguaggi degli animali con l’obiettivo di aiutare a far progredire gli sforzi di conservazione e sostenibilità dell’umanità.

L’intelligenza artificiale ha visto molti miglioramenti negli ultimi anni, inclusa l’introduzione dell’intelligenza artificiale che può creare opere d’arte, chatbot  che possono sostenere conversazioni con le persone che interagiscono con essa. Ma essere in grado di decodificare i linguaggi degli animali potrebbe aiutare notevolmente l’umanità a discernere ciò di cui gli animali hanno bisogno.

Gli scienziati affermano che decodificare le lingue che gli animali usano per comunicare non è semplice. Inoltre, bisogna anche trovare un modo per comprendere non solo le lingue degli animali, ma anche trasformare le nostre stesse parole e conversazioni in comunicazioni che possano comprendere.

Le parole degli scienziati

Siamo sul punto di applicare i progressi che l’intelligenza artificiale ha da offrirci per decodificare i linguaggi degli animali“, afferma Katie Zacarian, CEO e co-fondatrice dell’Earth Species Project (ESP) in California. ESP è un’organizzazione senza scopo di lucro che lavora con l’IA per decodificare le comunicazioni utilizzate dagli animali. Zacarian afferma che si stanno muovendo rapidamente verso un mondo in cui potremmo comunicare facilmente con altre specie.

I ricercatori di tutto il mondo sono impegnati a raccogliere dati in questo momento. Questi dati includono sia la bioacustica dei singoli animali, sia l’ecoacustica di interi ecosistemi. Insieme, ESP spera di utilizzare quei dati per guidare i sistemi di intelligenza artificiale e decodificare i linguaggi degli animali.

Nel corso degli anni abbiamo imparato molto su questo mondo, compreso il fatto che tutti gli animali ridono. Se riusciamo a creare un modo solido per comunicare con loro, forse possiamo imparare di più sugli altri aspetti della vita che gli animali condividono con l’umanità.

FONTEbgr
Articolo precedenteI droni più letali utilizzati dagli eserciti per bombardare, ecco la guerra nel 2023
Articolo successivoWhatsApp, ora con Yourself puoi inviarti i messaggi da solo
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it