I corpi celesti più affascinanti che il nostro Universo ha da offrirci sono senza dubbio i buchi neri, corpi dalla massa talmente elevata da avere una forza di gravità a cui nulla riesce a sfuggire, nemmeno la luce, sotto il loro orizzonte degli eventi nulla fa più ritorno ed è proprio li che le leggi della fisica convergono dando spiegazione a tutti i segreti dell’Universo osservabile.

Questi mostri possono avere della masse molto variabili, un esempio è Sagittarius A, con una massa di 400 milioni di volte quella del Sole, massa imponente ma davvero irrisoria se paragonata a quella del buco nero scoperto dagli astronomi dell’Australian National University, i quali hanno individuato un buco nero a dir poco straordinario, è infatti in grado di divorare una Terra al secondo, elemento che lo rende uno dei più voraci mai visti.

 

Super affamato di materia

Il gruppo di ricerca capeggiato dal dottor Christopher Onken ha rilasciato una dichiarazione che mostra tutta la sorpresa della scoperta: “Gli astronomi hanno cercato corpi come questo per più di 50 anni. Ne sono stati trovati a migliaia di più deboli, ma questo, che è incredibilmente luminoso, era passato inosservato. un ago nel pagliaio, ma molto grande e sorprendente.

A far rimanere di stucco i ricercatori è stata la voracità con cui il buco nero accresce la propria massa, esso è infatti in grado di attrarre a se una quantità di materia pari a quella della Terra in appena un secondo, parliamo della bellezza di 5,98 × 1024 kg, caratteristica che non si era mai vista prima, altri buchi neri simili hanno calmato la loro fame miliardi di anni addietro.

Eduardo Bleve
Studente di medicina e da sempre appassionato di tecnologia, musica e curiosità scientifiche.