ossido di etilene gelati pericolo

Bisogna fare attenzione: sembra che siano in circolazione gelati contaminati con disinfettante a base di ossido di etilene. Diverse aziende di gelato stanno rimuovendo alcune confezioni che sembrano essere contaminate.

Che siano semplici biscotti, tavolette al triplo cioccolato fondente  o un succoso ghiacciolo, il gelato è davvero uno dei piaceri della vita.

Ma nostro malgrado dobbiamo prendere atto che anche in questo caso possono sorgere dubbi sulla bontà delle composizioni. Per l’industria alimentare c’è un periodo di grandi critiche.

È ancora sulla bocca di tutti lo scandalo di Kinder in merito ad una contaminazione da salmonella. È questo è successo a Pasqua 2022. La situazione ha prodotto un allarme generale, considerando che si tratta di un prodotto utilizzato principalmente dai bambini.

L’allerta questa volta dalla Francia. Recentemente alcune aziende di gelato francesi hanno preso provvedimenti per rimuovere le confezioni dagli scaffali a causa dell’ossido di etilene. Proviamo a capire di cosa si tratta.

Ossido di etilene: rischi per la salute

E’ iniziato tutto nel 2020 con semi di sesamo contaminati. Da allora, molti prodotti, come lo zenzero e altri aromi, nonché alcuni integratori, sono stati ritirati dal mercato in quanto potenzialmente pericolosi.

Pertanto se c’è il sospetto della presenza di gelati di diverse marche e dell’alto livello di questo pesticida, si innesca il ritiro immediato, avvenuto a maggio in territorio francese.

Ora, sebbene in questi prodotti non siano contaminati da sesamo, zenzero o altre spezie, potrebbero essere a rischio perché hanno trovato due stabilizzanti nelle loro preparazioni.

Uno di questi è la farina di semi di carruba (E410) emessa dalla direzione francese per la prevenzione delle frodi (DGCCRF) che ha lanciato un’allerta.

Il motivo è che il contenuto di ossido di etilene al di sopra del limite regolamentare è stato rilevato analizzando uno stabilizzante presente nella composizione di alcuni gelati, la farina di carruba. [E410]. Un altro composto è la gomma di guar (E412).

In questo caso, gli altri che hanno subito ritiri obbligatori in Francia hanno riguardato alcuni prodotti legati a marchi come: Twix, Snickers, Extreme, Adélie, Smarties e altri marchi come Crossroads e Auchan.

Anche Twix Ice Bar, Choco Ice Bar, prodotti Mars e M&M sono interessati al problema. Apparentemente, l’origine di vari prodotti è dalla fabbrica “Mars Wringley” in Route de Saverne.

FONTEnewsy-today
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it