elon musk twitter

Elon Musk ha twittato un sondaggio tra i suoi follower a marzo in cui chiedeva se gli utenti credessero che Twitter stesse proteggendo la libertà di parola. Ha detto che i risultati del sondaggio, in cui circa il 70% dei 2 milioni di intervistati ha rispostono“, sarebbero “molto importanti”.

“Dato che Twitter funge de facto da piazza pubblica cittadina, il mancato rispetto dei principi della libertà di parola mina fondamentalmente la democrazia. Cosa si dovrebbe fare?” Musk ha detto in un tweet. Quindi ha fatto un’offerta per acquistare Twitter, sottolineando il pensiero che la piattaforma dovesse essere privata per raggiungere il suo obiettivo.

La garanzia della libertà di parola nel Primo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti si applica al discorso di censura del governo ma non a società come Twitter, che hanno le proprie regole su ciò che non è consentito sui loro siti.

Musk vuole sbannare Trump

Musk ha fatto nuovamente riferimento alla libertà di parola quando Twitter ha annunciato l’accordo ad aprile. Ha anche detto che voleva migliorare Twitter con nuove funzionalità e ha promesso che avrebbe reso gli algoritmi del servizio open source, sconfitto i bot spam e autenticato tutti gli utenti registrati.

Twitter ha un potenziale enorme“, ha scritto Musk. “Non vedo l’ora di lavorare con l’azienda e la comunità di utenti per sbloccarlo.”

Molti utenti però hanno criticato le società di social media per non aver represso contenuti dannosi come incitamento all’odio e molestie.

Tra l’altro Musk ha anche detto che avrebbe revocato il divieto all’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump che è stato cacciato dalla piattaforma dopo le rivolte del 6 gennaio a Capitol Hill a causa delle preoccupazioni sull’incitamento alla violenza. Trump ha detto che non ha intenzione di tornare su Twitter anche se la società revocherà il divieto.

FONTEcnet.com
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it