benzina diesel aumenti prezzi

Il gruppo automobilistico RAC ha affermato che il costo medio per il pieno di auto familiare a benzina è salito a circa 110 euro e potrebbe aumentare ancora.

L’impennata dei prezzi del carburante è stata determinata dalla guerra in Ucraina e dalle iniziative volte a ridurre la dipendenza dell’Europa dal petrolio russo.

Con l’aumento delle bollette alimentari ed energetiche, molte famiglie sono sotto pressione.

Nel frattempo, anche il prezzo medio del diesel è aumentato di conseguenza, raggiungendo i 2 euro nelle pompe di benzina.

Anche i gruppi automobilistici hanno sollevato preoccupazioni che i rivenditori non trasmettano il taglio ai clienti.

L’Autorità per la concorrenza e i mercati (CMA) ha affermato che se avesse trovato prove sufficienti che la riduzione dell’imposta sul carburante di 5 centesimi non fosse stata approvata, avrebbe avviato un’indagine che avrebbe portato a multe salate per i rivenditori.

Una situazione senza precedenti

Il portavoce del carburante RAC Simon Williams ha affermato che l’accelerazione dei costi del carburante è un qualcosa “senza precedenti”, aggiungendo che sembrava che i prezzi fossero “ancora lontani dal picco”.

Ha detto anche che il prezzo medio del diesel si sta dirigendo oltre i 2 euro al litro, mentre il costo della benzina sembra essere inaspettatamente sceso, il che, se sostenuto, potrebbe arginare il flusso di “prezzi record giornalieri della benzina“.

I rivenditori basano i loro prezzi sul costo all’ingrosso di benzina e diesel, ma in genere c’è un ritardo di due settimane per riflettere eventuali variazioni dei prezzi all’ingrosso a causa del tempo impiegato dal carburante per raggiungere i piazzali.

Il signor Williams ha affermato che i dati di monitoraggio del carburante hanno mostrato che Asda ha aumentato il prezzo medio della benzina in un solo giorno, cosa che secondo lui era “inaudito”.

VIAnews.yahoo.com
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it