samsung-ridurra-30-milioni-numero-smartphone-prodotti-ecco-perche

Le cose non stanno andando lisce nel mondo degli smartphone. Anche prima che SARS-CoV-2 entrasse in scena, c’erano segnali che il settore avrebbe subito un crollo. I giorni di gloria dei mercati in aumento e degli aggiornamenti semestrali sembrano essere finiti e le cose sono solo peggiorate dal fatto che negli ultimi due anni abbiamo riscontrato difficoltà finanziarie e rallentamenti della catena di approvvigionamento.

A causa di tutti questi fattori, non dovrebbe sorprendere che i produttori stiano riducendo la loro produzione. Secondo una recente affermazione pubblicata da Maeil Business News in Corea del Sud, il produttore di smartphone di maggior successo al mondo prevede di tagliare la produzione di 30 milioni di dispositivi nel 2022. Questa notizia arriva in un momento in cui le vendite sono ulteriormente ostacolate dalla crisi in Ucraina . A marzo, la società ha deciso di cessare le vendite in Russia, seguendo le orme dei giganti IT globali Microsoft e Apple.

Samsung ed altri produttori stanno subendo un calo delle vendite

Anche Apple ha risentito degli effetti della recessione. Rapporti recenti di Bloomberg hanno indicato che la società che produce l’iPhone sta ridimensionando i piani per costruire altri 20 milioni di telefoni nell’anno 2022. Invece, si prevede che i suoi numeri non cambieranno in modo significativo dopo l’anno 2021. Questi rapporti arrivano dopo diversi quarti delle vendite di iPhone che sono riuscite a contrastare molti dei modelli macro del settore, ma sembra che l’azienda possa tornare alla normalità con il prossimo lancio dell’iPhone 14.

Lo stato in cui ci troviamo è il risultato di una confluenza di problemi originati sia dal mercato interno che da quello internazionale. I principali produttori non dovrebbero essere in preda al panico poiché è molto probabile che usciranno indenni dalla recessione. Tuttavia, devono ancora essere affrontate preoccupazioni più fondamentali per quanto riguarda il futuro del settore. La domanda più importante è se questo crollo arrivi dopo un decennio in cui le vendite di smartphone sono salite alle stelle e se l’introduzione di tecnologie innovative come gli schermi pieghevoli sarà sufficiente o meno per far ripartire i dispositivi mobili.

Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.