WhatsApp resta la piattaforma privilegiata per hacker e malintenzionati della rete che vogliono dar vita alle loro truffe online. Gli utenti della piattaforma di messaggistica istantanea nelle precedenti settimane si sono dovuti ben guardare da pseudo offerte con la presenza di Green Pass fasulli garantiti al costo di 100 euro. Messaggi di tale fattura erano ovviamente rivolti a tutti gli scettici verso la campagna vaccinale.

 

WhatsApp, le fake news sui coupon per la benzina

Con lo stato di emergenza per il Covid concluso e con i Green pass che ad ore saranno eliminati per l’accesso ai luoghi di svago e lavorativi, l’attenzione degli hacker di WhatsApp si concentra su altro. Per la fattispecie, i malintenzionati guardano ora ai finti buoni benzina.

Molti malintenzionati stanno condividendo messaggi su chat di gruppo e catene in cui si annunciano coupon per i carburanti a costo zero, con valore fissato a 100 euro. La truffa che si nasconde dietro tal genere di messaggi è ancora una volta molto pericolosa.

Gli iscritti su WhatsApp, catturati dalla convenienza dell’offerta, vengono spinti a compilare un form dagli hacker. Questo form richiedere la gran parte delle generalità personali per gli utenti con la finta promessa di un’immediata riscossione del coupon benzina.

Dopo la compilazione del form, la promessa sarà disattesa, ma gli utenti si troveranno a condividere le informazioni personali con gli hacker della rete. I rischi in questo caso potrebbero essere legati a furto d’identità online e creazione di finti profili proprio su WhatsApp. Per questa ragione, in presenza dei messaggi sui coupon per i carburanti, è bene segnalare il tutto ai tecnici della chat.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.