google-finalmente-aggiungendo-nuove-funzionalita-android-chrome-os

Google ha lavorato sull’integrazione del sistema operativo Android-Chrome per un po’ di tempo. In effetti, sia i telefoni Android che i Chromebook fanno molto affidamento sui servizi Google e i Chromebook hanno accesso alle app Android da diversi anni. C’è anche Phone Hub, che semplifica le faccende come lo scambio di dati mobile dal tuo telefono Android con il tuo Chromebook. Google ha rivelato oggi, nell’ambito del CES 2022, che quest’anno avremo due nuove funzionalità cross-device: cambio più semplice della sorgente audio e migliore accesso Chrome OS alle app di messaggistica del telefono.

Alcune cuffie e auricolari attualmente supportano il multipoint Bluetooth, che consente loro di connettersi a numerose sorgenti audio contemporaneamente, ma è ancora piuttosto limitato, specialmente su cuffie a basso costo. Secondo Google, ‘nei prossimi mesi’ Android e Chrome OS saranno in grado di riconoscere quale dispositivo audio desideri utilizzare e indicare al tuo dispositivo audio di connettersi alla sorgente giusta al momento giusto.

Google sta lavorando al sistema Android-Chrome

Se stai visualizzando YouTube sul tuo Chromebook e ricevi una chiamata sul tuo telefono Android, gli auricolari si disconnetteranno automaticamente dal laptop e si collegheranno al telefono quando rispondi. Sembra troppo bello per essere vero, ma se funziona, sarà utilissimo per quelli di noi che sono saldamente coinvolti nell’ecosistema di Google.

Chrome OS sta anche migliorando la gestione delle comunicazioni sui dispositivi Android. Sebbene Phone Hub ti consenta già di leggere e rispondere alle notifiche del telefono da Chrome OS, Google afferma che entro la fine dell’anno potrai accedere e rispondere alle conversazioni dalle ‘app di messaggistica e chat del tuo telefono Android’ sul Chromebook senza dover per installare quelle app su più dispositivi.

La funzionalità cross-device è una delle caratteristiche che i sostenitori di Apple apprezzano di più del loro ambiente ed è qualcosa che Google dovrebbe migliorare nei propri servizi.