Poste-Italiane-truffa-conto-sospeso

L’ente nazionale certamente in grado di vantare il maggior numero di clienti è senza alcun dubbio Poste Italiane, la “signora in giallo” infatti ha conquistato negli anni una platea di clientela decisamente ampia, rimasta soddisfatta dei servizi offerto, sempre ben integrati con l’infrastruttura del paese e con costi di gestione decisamente accattivanti.

Ovviamente tanta notorietà attira le indesiderate attenzioni anche di soggetti poco raccomandabili, nel dettaglio parliamo dei truffatori che, sfruttando indebitamente il buon nome di Poste, mettono in circolazione SMS o mail di phishing pensati per indurre chi legge a consegnare i propri dati sensibili senza accorgersene.

Queste comunicazioni fasulle, generalmente portano il lettore a compiere azioni, in modo da farlo cadere in trappola con le proprie mani, arrivando poi al punto che una volta scovato il pericolo è già troppo tardi.

 

SMS di phishing

Come potete ben vedere, il nuovo SMS in circolazione ribadisce il concetto, infatti esso avvisa il lettore di un’anomalia sul conto BancoPosta da dover risolvere al più presto accedendo presso un portale il cui link è segnalato in basso nel corpo testo.

Quel link però rimanda ad una falsa area clienti Poste che ricalca fedelmente quella originale, l’intento è ovviamente con l’inganno indurvi a digitare i codici di sicurezza della vostra carta, i quali verrebbero immediatamente copiati e inviati agli hackers.

Il consiglio è tanto ovvio quanto indispensabile, fate attenzione, abbiate occhio scettico e diffidate di queste comunicazioni, Poste non usa banalissimi SMS per le comunicazioni, nella totalità dei casi si tratta di un tentativo di phishing bello e buono.