IPTV: ecco qual è l'azienda più danneggiata tra Sky e DAZN

Mentre tutti si chiedono se diventerà effettivo il cambiamento che DAZN sta per imporre ai suoi utenti in merito alla condivisione dell’abbonamento, ci sono alcuni dati abbastanza inquietanti per l’azienda. Stanno infatti a quanto ravvisato dalle statistiche interne, la pirateria riuscirebbe a colpire in maggior misura le reti DAZN. La Guardia di Finanza però sarebbe costantemente sulle tracce delle varie organizzazioni che forniscono i cosiddetti abbonamenti IPTV.

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: ancora una volta beccati diversi utenti, sono 1800 a Varese

Da diversi giorni non si parla d’altro: durante le scorse settimane le indagini della Guardia di Finanza hanno condotto ad una fitta rete di utenti. Questi erano in 1800 a Varese e provincia, tutti gestiti da un uomo di settant’anni del posto. Ora tutti saranno costretti a pagare una multa da almeno 1000 €.

Il susseguirsi di azioni di contrasto sempre più frequenti ed efficaci sono il risultato della stretta collaborazione tra industria e forze dell’ordine, a cui vanno i nostri ringraziamenti per l’impegno nella lotta ad un fenomeno criminale che danneggia l’intera industria sportiva, dallo sport amatoriale, agli appassionati, fino ai detentori dei diritti e i broadcaster, distruggendo posti di lavoro e creatività“.