Facebook, Mark Zuckerberg, WhatsApp, Instagram,

L’ecosistema Facebook non è composto esclusivamente dal social network fondato da Mark Zuckerberg, ma nel corso del tempo si è evoluto per diventare qualcosa di molto più complesso.

Il nome Facebook è usato per indicare l’azienda che al proprio interno ingloba il social network, Instagram, WhatsApp e i visori Oculus Rift. Tuttavia, questa situazione sembra destianata a cambiare a breve.

Secondo alcune nuove indiscrezioni, l’azienda di Mark Zuckerberg potrebbe cambiare nome. Alcune forti vicine all’azienda hanno confermato a The Verge che presto potrebbe esserci questo rebranding.

Il motivo è legato all’ecosistema che Facebook ha creato nel tempo. Le acquisizioni di altri social media e di piattaforme di comunicazione hanno modificato l’assetto societario quindi è giusto trovare una forma che dia il giusto spazio a tutti i settori in cui opera.

 

Facebook si sta preparando ad un grande riassetto societario che porterà anche ad un cambio di nome

Inoltre, bisogna anche considerare che il periodo storico scelto è molto particolare. Negli Stati Uniti si sta muovendo l’Antitrust per limitare lo strapotere di Facebook, quindi anche questo aspetto sta accelerando i tempi.

Il nome della nuova azienda è mantenuto segreto per motivi di sicurezza. Neanche i più alti vertici al di fuori di una stretta cerchia di persone selezionate ne è al corrente. L’unico indizio trapelato è che potrebbero esserci riferimenti con la parola “Horizon”.

Stando a quanto emerso fino ad ora, Mark Zuckerberg potrebbe tenere una conferenza il prossimo 28 ottobre per svelare il nome della nuova azienda. Tuttavia, esistono possibilità concrete che la conferenza servirà solo per spiegare il nuovo assetto societario mentre il nome sarà svelato prima.

Ci aspettiamo una maggiore struttura volta a valorizzare le aziende controllate, dividendole in base alla tipologia di attività svolta. Per fare un esempio, i social media saranno separati nettamente dalla Ricerca e Sviluppo sui progetti futuri. Infatti, molto spazio verrà dedicato allo sviluppo di Internet e all’evoluzione della connettività su mobile.