Telegram e Twitter: problemi a causa di Whatsapp, Instagram e Facebook down

Se in un primo momento Telegram e Twitter potevano gioire del disservizio di Instagram, Whatsapp e Facebook, ora anche queste stanno iniziando a tremare. Sembra infatti che le due app social nelle ultime ore siano state prese d’assalto da milioni di utenti nella disperata ricerca di comunicazione col mondo. Ebbene, la situazione sta diventando piuttosto critica.

Telegram e Twitter: ride bene chi ride ultimo?

I detti non sbagliano mai, e per l’ennesima volta si riconfermano come veri. “Ride bene chi ride ultimo”, si dice, e infatti ora anche gli ultimi social rimasti agibili sono nei guai. Coloro che fino a qualche ora fa ridevano di Whatsapp, Instagram e Facebook down, adesso devono fare i conti con il sovraccarico. Nel 2021 questa è la prova che il mondo dipende dai social e non può farne più a meno. Sono passate esattamente 5 ore dall’ultimo segno di vita dei famosi social network, ma oramai il destino è segnato anche per Telegram e Twitter.

Ricapitolando: nel pomeriggio del 4 ottobre 2021 Whatsapp, Instagram e Facebook hanno smesso di funzionare. Ciò ha scatenato un’ondata di Twitter caratterizzati da hashtag #whatsappdown, #instagramdown e #facebookdown, divenendo così trending topic. Alle 17:40 circa i social cercavano di tranquillizzare gli utenti con svariati tweet. Tra questi: “Stiamo lavorando per ripristinare il servizio più velocemente possibile, nel frattempo ci scusiamo per l’inconveniente”.

La situazione, alle 22:50 non sembra essere migliorata, anzi. Gli utenti segnalano problemi di accesso alle app, ma anche di connessione al server e di caricamento dei contenuti. Secondo Brian Krebs, giornalista investigativo americano esperto in cybercrime, si tratterebbe di un problema di DNS. Egli ha spiegato: “I DNS registrati che dicono ai sistemi come trovare http://Facebook.com o http://Instagram.com sono stati ritirati questa mattina dalle tabelle di routing globali. Per essere più precisi i percorsi BGP che servono il DNS di Facebook sono stati ritirati, rendendo inaccessibili tutti i domini di Facebook”.

Cosa ne sarà di Telegram e Twitter, e di tutta questa storia?