Giornata ricca di novità per quanto riguarda i principali software di Google, che nel corso dell’evento Search On 2021 ha annunciato nuove funzioni anche per Google Maps, una delle applicazioni più utilizzate in tutto il mondo.

In particolare diventa più semplice l’assegnazione degli indirizzi nelle aree rurali e viene aggiunto un nuovo livello che permette di visualizzare gli incendi attivi. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Google Maps è stata aggiornata

Ci sono ancora numerose aree del mondo nelle quali non esiste un sistema di indirizzi, una situazione paradossale che impedisce di ricevere pacchi a casa propria, di aprire un conto in banca ma anche di votare. E in caso di emergenza i soccorritori faranno fatica a completare il proprio servizio, non avendo un indirizzo preciso verso cui recarsi. Fin dal 2015 Google ha realizzato il sistema Plus Codes, che permette di assegnare codici univoci a un set preciso di coordinate.

Pur essendo molto utile però, lo strumento finora disponibile era tutt’altro che rapido da usare, e mappare città o villaggi è un processo che può arrivare a richiedere anni. Per questo Google ha annunciato qualche giorno fa Address Maker, uno strumento che permette la generazione in massa di Plus Codes da parte di enti governativi e organizzazioni. In particolare Google ha già fornito il nuovo strumento ai governi e alle organizzazioni non governative di Kenya, India, Sud Africa e Stati Uniti, con numerose collaborazioni che arriveranno nel prossimo futuro. Address Make è un’applicazione gratuita per Android, che permette di selezionare segmenti sulle mappe esistenti utilizzando render animati che semplificano le operazioni.

Molto utile è anche la seconda novità annunciata da Big G e relativa in maniera più specifica a Google Maps. Riprendendo una funzione rilasciata negli USA lo scorso anno, basata sui dati rilevati dai satelliti, Google incrementa la copertura degli incendi, introducendo un nuovo livello dedicato. Il livello aggiuntivo mostrerà collegamenti a siti dedicarti alla gestione delle emergenze, numeri di telefono unitili e informazioni sulle procedure di evacuazione, nel caso in cui le autorità locali le abbiano preparate.

Oltre al livello dedicato agli incendi, Google sta estendendo le informazioni relative allo strumento Tree Canopy, che indica la superficie urbana occupata dalle chiome degli alberi. Tree Canopy Insights combina l’intelligenza artificiale con le immagini aeree per determinare quali parti delle città sono maggiormente a rischio a causa dell’incremento delle temperature. Lo strumento potrà quindi essere utilizzato dagli enti locali per pianificare la posa di nuovi alberi e dove concentrare i propri sforzi per contrastare i cambiamenti climatici.