blankSono state le autorità dello Stato tedesco del Baden- Wuertemberg a dare l’allarme: in Germania sono state iniettate ben 840 dosi di vaccino scadute. Un tale errore potrebbe succedere anche in Spagna dove, dopo i dovuti controlli, ci si è accorti che i magazzini della Catalogna sono zeppi di fiale scadute. Come mai un tale errore, o meglio dire, orrore? Il limite di età per gli adolescenti ai quali è possibile somministrare il vaccino è continuamente in calo, di conseguenza sono sempre più i giovani, e non solo, che decidono di iniziare e/o completare il ciclo vaccinale; essendo stata sempre più alta questa fetta di popolazione, le campagne vaccinali sono rallentate nell’ultimo mese e i magazzini si sono ritrovati sommersi di fiale vaccinali.

L’errore è stato commesso nella cittadina di Sindelfingen, Esslingen e Reutlingen a causa di una etichettatura sbagliata. Il medico tedesco del centro di vaccinazione del distretto di Sindelfingen, Martina Burchet – Graeve, ha affermato che momentaneamente non si distinse dei giusti tempi e materiali per affermare che la lunga conservazione abbia reso meno efficace l’efficacia del vaccino.

La situazione risulta essere analoga in Spagna dove precisamente in Catalogna nei magazzini si accumulano numeri sempre più alti di dosi rischiando di non riuscirle a consumare prima della prossima scadenza. Secondo i dati registrati dalle ultime analisi effettuate dal Ministero della Sanità, sarebbero sei milioni le dosi che sono già arrivate nel Paese, tutte ancora in attesa di essere somministrate. Anche nella comunità Valenciana si teme che ci sia un elevato numero di dosi andate a male e/o prossime a farlo. Sono in corso delle indagini.