vaccino covid

L’Organizzazione mondiale della Sanità si è stufata e ha detto la sua riguardo la lentezza con cui stanno procedendo le vaccinazioni da Covid-19. È “inaccettabile” secondo l’organizzazione, e Hans Kluge, direttore dell’Oms per l’Europa, ha reso noto in un comunicato che: “I vaccini rappresentano il nostro modo migliore per uscire da questa pandemia. Tuttavia, il lancio di questi vaccini è inaccettabilmente lento, e sta prolungando la pandemia”. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

 

 

Covid-19: i vari disguidi con i vaccini preoccupano gli USA

Pare inoltre, che in Europa ci sia un’impennata molto rilevante di casi di Covid-19, e si sospetta che questa sia la più preoccupante, come dichiara sempre l’Oms. E per non farsi mancare nulla, ci sono dei ritardi di consegne del vaccino Johnson & Johnson negli Stati Uniti. Un’errore umano in uno stabilimento di Baltimora ha causato dei ritardi nelle consegne.

A riportare quest’ultima notizia è il New York Times, andando a citare delle fonti federali. L’impianto preso in causa è gestito direttamente da Emergent Biosolution, che è partner di Johnson & Johnson e AstraZeneca. Inoltre, sarebbero stati uniti gli ingredienti dei due vaccini per errore, andando a rovinare milioni di dosi di J&J e facendo salire forti dubbi sulle consegne per il mese prossimo negli Stati Uniti, che dovevano arrivare, appunto, da Baltimora.

Tuttavia, nonostante le preoccupazioni stanno inondando tutto lo Stato, sembra che ci siano state delle rassicurazioni da parte delle autorità, che hanno annunciato che i vaccini Johnson & Johnson già distribuiti negli USA sono stati prodotti nei Paesi Bassi.

VIAansa