Microsoft, Windows 11, Windows 10, sistema operativo, update

Con l’annuncio di Windows 11, Microsoft ha di fatto gettato le basi per il futuro dell’azienda. Il nuovo sistema operativo si preannuncia rivoluzionario sotto tutti i punti di vista. Gli utenti si troveranno davanti una grafica rinnovata e funzionalità che renderanno più facile e veloce usare l’OS.

Al momento Microsoft non ha comunicato l’effettiva disponibilità dell’aggiornamento, ma ci aspettiamo che i primi PC lo inizieranno a ricevere entro la fine dell’anno. Questo scenario lascia intendere che la fase di update potrebbe continuare per tutta la prima metà del 2022.

La domanda che tutti gli utenti si stanno facendo è se il proprio PC sarà in grado di supportare Windows 11. Microsoft ha rilasciato l’elenco specifiche tecniche minime, necessarie per far girare il sistema operativo.

 

Microsoft potrebbe escludere tanti PC dall’aggiornamento a Windows 11

Tuttavia, per rendere ancora più semplice la verifica, Microsoft ha realizzato un’app denominata Controllo integrità del PC. Grazie a questo strumento sarà possibile effettuare una scansione automatica del proprio PC e verificare se tutti i requisiti sono soddisfatti. Il download del tool è possibile direttamente dal sito ufficiale dell’azienda di Redmond.

Se il computer supera il controllo, Windows 11 potrà essere installato senza problemi sul PC. Tuttavia, potrebbe capitare che alcuni requisiti non siano soddisfatti. In questo caso, l’app restituirà un messaggio di errore, confermando che l’OS non è supportato.

Al momento, gli unici PC supportati sembrano essere quelli più recenti in commercio. Infatti, molti utenti hanno provato ad effettuare la verifica ottenendo un risultato negativo. I principali problemi riscontrati riguardano PC con almeno tre o quattro anni sulle spalle. In questi casi, il processore risulta essere la componente più problematica in quanto Microsoft richiede harwdare più recenti.