Green Pass: non aprite il messaggio in circolo su Whatsapp, è una truffa

L’astuzia dei truffatori è inarrivabile: questi puntano a tasti dolenti e in voga (come ad esempio il tema del coronavirus), per arrivare alle vittime prescelte. L’invito è piuttosto banale: «In questo link puoi scaricare il certificato verde (Green Pass) COVID-19 che ti permette liberamente di muoverti in tutta Italia senza mascherina».

Questo circola nelle chat di molte persone in tutta Italia, da nord a sud. Che sia un fake si può intuire già alla prima lettura del testo: non si è mai parlato del pass (che per giunta entrerà in vigore dal 1 luglio in Europa) come mezzo per bypassare le norme dell’uso della mascherina. Ricordiamo: il documento consente di spostarsi tra regioni di colori diversi o tra i vari Paesi dell’Unione europea, ma non ha alcun potere sulle mascherine. 

Green Pass: come avviene la truffa

L’SMS “maledetto” arriva direttamente da Whatsapp, ma può giungere anche attraverso  mail e sms. Esso contiene un link che indirizza le prede ad una pagina web che in un primo momento si apre con l’immagine di una valigia contornata da immagini, grafiche e loghi molto simili ai simboli istituzionali originali.

A questo punto la vittima, sentendosi messa alle strette, decide di fornire i propri dati bancari (dal numero della carta di credito alla password di accesso al servizio di home banking) ritrovandosi così col conto svuotato. Ma non finisce qui, perché i truffatori del falso Green Pass abboneranno il dispositivo preso di mira a servizi ruba soldi non richiesti. Qualora foste caduti nella trappola, è bene contattare sia la banca che il proprio operatore telefonico, informando entrambi dell’accaduto e far bloccare sia le carte che il conto sul cellulare.