IPTV: nuova piattaforma oscurata dalla Guardia di Finanza, arrivano le multe

Già in queste settimane caratterizzate dagli Europei di calcio lo streaming IPTV è tornato in auge. E’ di qualche giorno fa la notizia circa operazioni della Guardia di Finanza per smantellare canali paralleli che garantivano agli utenti la visione delle partite attraverso trasmissione non lecita dei canali di Sky.

 

IPTV, nuove sanzioni per lo streaming illegale di Sky e DAZN

Lo streaming illegale sarà una realtà anche nella stagione a venire, con Sky e DAZN che si divideranno le principali esclusive in ambito calcistico e sportivo tra la Champions League e la Serie A.

I clienti che si affidano all’IPTV tendono a guardare solo ai benefici dei risparmi e poco ai rischi. Ad esempio, un’evenienza da non sottovalutare è quella delle truffe. Molte persone che si avvicinano all’IPTV attraverso le varie chat di WhatsApp e Telegram, spesso pagano un servizio ai cybercriminali senza ricevere alcunché in cambio.

Come emerso in queste ore, poi, i rischi per l’IPTV sono anche giuridici. i clienti che si espongono a questa tecnologia rischiano una sanzione dal valore massimo di 30mila euro con la possibilità anche della reclusione per recidiva sino a tre anni.

Nelle ultime settimane è emerso come, oltre ai pezzotti, la trasmissione di Sky e DAZN senza un ticket regolare fosse legata anche ai canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.