dvbt2Il nuovo protocollo DVBT2 per la trasmissione del digitale terrestre sta iniziando a diffondersi per tutto il paese. Il percorso di transizione è iniziato ormai da qualche tempo e la tabella di marcia prevede che venga completato entro la fine del 2022. In questo modo dovrebbero essere eliminate tutte le problematiche di trasmissione che hanno afflitto tantissimi utenti negli ultimi anni.

Chi si trova in una zona in cui la transizione è già avvenuta, per poter guardare i canali del digitale terrestre, deve munirsi di un decoder che supporti il nuovo protocollo o in alternativa cambiare televisore, acquistandone uno omologato. Con il DVBT2 però arrivano anche altre interessanti novità che permetteranno di portare sempre con se la televisione pubblica.

DVBT2: adesso la televisione si guarda sullo smartphone

 

Con il nuovo protocollo DVBT2 infatti sarà possibile guardare tutto il palinsesto della televisione pubblica sul proprio telefono senza consumare Giga per la connessione internet. Per fare ciò sarà però necessario dotarsi di un particolare dispositivo. Ci riferiamo ad una chiavetta in grado di sintonizzarsi con il segnale; il costo di questo dispositivo si aggira intorno ai trenta euro, ma i vantaggi non sono da sottovalutare.

Come già accennato infatti connettendosi al dispositivo, sarà possibile godere di tutti i programmi del digitale terrestre in qualsisia momento e indipendentemente dalla possibilità di accedere a internet. Una funzione molto utile specialmente per i pendolari e per chi viaggia spesso; adesso infatti potranno portare tutti i programmi della televisione pubblica sempre con se direttamente sul proprio smartphone, niente male davvero.