IPTV: rischio multa per gli utenti italiani, beccati in 2000 in Sicilia e Svizzera

Sfruttare soluzioni alternative ai soliti abbonamenti concessi dei grandi licenziatari può comportare svariati problemi. Questo di certo non lo sanno tutti gli utenti che si rapportano al mondo della pirateria, sottoscrivendogli gli ormai celebri abbonamenti IPTV. Le aziende sono ormai in ginocchio visto che questo fenomeno permette di avere tutto per prezzi molto più bassi ogni mese. La Guardia di Finanza allo stesso tempo sta portando avanti le sue indagini al fine di trovare i sgominare tutte le bande che si celano dietro questo mondo. Stando alle ultime notizie, ci sarebbero risvolti importanti proprio per quanto riguarda alcune piattaforme. 

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: ora rischiano tutti i grosso, ecco le prime multe elevate dalla Guardia di Finanza

Il mondo IPTV subisce un altro duro colpo da parte della Guardia di Finanza che è venuta a conoscenza di alcune piattaforme in Sicilia e in Svizzera. Durante le indagini è stato possibile identificare 22 persone che gestivano i vendevano il servizio, ora tutte indagate.

Ci sarà una multa per tutti: la sanzione andrà da 2000 a 25.000 €. Per quanto riguarda invece i 2000 utenti beccati ad usufruire del servizio, le sanzioni andranno oltre i 1000 €.